Gemelle imperfette

AFFINITY KONAR
Gemelle imperfette

In libreria dal 12 maggio 2017
Pagine: 380
Prezzo: 17,60

«Un’autrice che ha avuto la grande capacità di trasfigurare l’orrore in una narrazione acuta e profondamente toccante.»

Michiko Kakutani – The New York Times
Una nuova sorprendente voce del romanzo americano.

 

Incluso dal New York Times tra i romanzi più importanti del 2016, Gemelle Imperfette, primo romanzo della giovane scrittrice americana Affinity Konar, riesce nel difficile compito di dare voce all’indicibile, raccontando la storia di due sorelline rinchiuse nello “zoo di Mengele” ad Auschwitz. E lo fa con una lingua precisissima e lieve che ha attirato su di sé il plauso stupito di critici e scrittori di tutto il mondo.

 

Noi l’abbiamo letto e diciamo che…

Federica: “Originale, molto ben scritto, un po’ prolisso nella seconda parte – forse perchè ero impaziente di scoprire se ci sarebbe stato il lieto fine, per le gemelline – , ma consigliato!”
Fiorella: “Struggente ma bellissimo. Mi ha fatto piangere. Da leggere.”

 

 

Stasha e Pearl sono gemelline. Come spesso accade con i gemelli, hanno il loro linguaggio, i loro codici, un modo tutto loro di affrontare la realtà che di volta in volta si affida alle capacità dell’una o dell’altra di interpretare il mondo. Pearl ha da sempre l’incarico di occuparsi della tristezza, del bene, del passato. Stasha invece ha su di sé la cura di tutto ciò che è gioco, del futuro, ma anche del male. Non c’è nulla che, se affrontato insieme, le possa spaventare. Quando però la realtà da comprendere è quella del campo di concentramento, il compito imposto alle due sorelline sembra davvero immane.
Non sono sole, in quell’inferno. E la loro situazione, curiosamente, è apparentemente meno insostenibile di quella dei prigionieri ordinari. Perché loro sono sotto il diretto controllo di un laconico dottore dall’aria enigmatica e gentile. Il suo nome è Mengele.
Quando, negli ultimi, concitati giorni precedenti al crollo dell’orrenda macchina nazista, Pearl scompare all’improvviso, Stasha si imbarcherà in un viaggio alla sua ricerca, nutrita dall’irrazionale ma granitica certezza che la sorella da qualche parte sia ancora viva, in quell’immane mare di macerie che è diventata l’Europa.


 .


 Nella lista dei 100 libri da non perdere del 2016 per il New York Times, libro dell’anno 2016 per Amazon ed Elle, al quinto posto nella classifica dei 20 migliori libri dell’anno secondo Publishers Weekly e segnalato dal Wall Street Journal come uno dei più importanti romanzi del 2016, Gemelle imperfette ha scosso l’ambiente letterario americano per la delicatezza con la quale racconta uno dei momenti più bui della Storia dell’umanità. Accolto con un grande successo di critica e di pubblico, a pochi mesi dall’uscita ha conquistato anche gli editori di oltre 20 Paesi, che si sono subito aggiudicati i diritti di traduzione.
«Lodato dai critici più temuti per la forza lirica dell’autrice e per il fatto che una voce americana nuova si sia sentita investita dalla missione di dare voce alle vittime dell’Olocausto»
Il Venerdì – Repubblica
«Un romanzo che ci porta al centro dell’orrore rendendo impossibile al lettore voltare lo sguardo dall’altra parte»
Il Fatto Quotidiano
«Konar racconta, con un tono delicato, a volte usando un registro che sfiora il magico, la vicenda di due gemelle dodicenni deportate ad Aushwitz e sottoposte alle sperimentazioni del dottor Mengele»
Wlodeck Goldkorn su Repubblica – Robinson

Risultati immagini per Affinity Konar

Affinity Konar, cresciuta in California, ha ottenuto un master presso la Columbia University. Ha lavorato come insegnante, pubblicista e editor di testi per l’infanzia. Vive a Los Angeles con il suo cane, Linus.

 

 

Precedente Oltre l'orizzonte Successivo I guardiani dell’Efterion