Il cerchio si chiude

 
Allison Carter – Il cerchio si chiude (Volume 3)
 
 Autore: Emily Cross
Titolo:   Allison Carter – Il cerchio si chiude
Data di uscita: 27 Ottobre 2017
Genere: Thriller – Poliziesco – Rosa
Formato e prezzo: E-book 0,99€ / Cartaceo € 9.00
Dove acquistarlo:Amazon

Con intervista all’autrice! (Clicca qui per andare direttamente all’intervista)

 

SI CHIUDE LA TRIOLOGIA DI ALLISON CARTER

 

Sinossi

Il decennio che ha seguito l’indagine al Green Hotel sembra essere trascorso all’insegna della tranquillità. Allison Carter adesso è tenente del Dipartimento di Polizia ma al contempo è anche moglie e madre, un particolare da non sottovalutare, soprattutto quando improvvisamente le vicissitudini famigliari si riverseranno in quelle lavorative. Alcuni studenti della Bluehill High School infatti, iniziano a sviluppare atteggiamenti anomali e violenti nei confronti della città e dei loro stessi compagni. Quando Allison e i suoi detective ritroveranno l’adolescente Rachel Branson in fin di vita nel bosco a nord della città, saranno costretti a coinvolgere L’FBI nella caccia a un brutale cyber-stalking che si firma al nome de Il Cerchio.

 

Altri episodi della serie:
Allison Carter – Il caso Bright ( 1 Vol)
Allison Carter – Cose segrete ( 2 Vol)

 

La serie Allison Carter si chiude con il 3° volume, uscito il 27 ottobre

LINK AMAZON

 

La storia… in movimento!

 

 

? Esploriamolo assieme all’autrice!

 

Buongiorno, Emily, quando hai progettato questa storia?

Ciao! Questa storia è nata circa tre anni fa. Quando ho iniziato ad appassionarmi al genere poliziesco.

Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente?

Sarò sincera, più che una lettura mi hanno ispirata alcuni telefilm, fra cui Dexter, True detective, The Killing, Haven, Bloodline, Broadchurch e altro.

L’ambientazione è reale o di fantasia?

L’ambientazione è tutta reale tranne la cittadina dove vive e lavora Allison, Bluehill. É appunto collocato in Georgia (Usa), sulla costa, ma a un’ora da Atlanta. Il che è impossibile geograficamente. Bluehill è una specie di Isola che non c’è.

Il romanzo è autoconclusivo o rientra in una serie/saga?

Allison Carter è una serie di tre romanzi. Le indagini raccontate concludono in ogni serie, ma la vita privata è collegata in ogni volume. È possibile senza dubbio anche leggerne soltanto uno dei tre, perché come detto, il caso poliziesco viene risolto in ogni volume.

Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili agli occhi del lettore.

Sono personaggi umani e pieni di insicurezze e paure. Quasi tutti con esperienze molto traumatiche alle spalle. Però riescono anche ad essere forti e manifestare emozioni e sentimenti. Caso emblematico è Aaron Fisher, che a causa di una dipendenza da cocaina e una grave perdita, ha vissuto in Tibet per guarire e si è poi innamorato della detective Carter.

Qual è il pubblico ideale per questa storia? È un testo per tutti o per fasce di lettori ben precise, ad esempio per adolescenti, adulti o è pensato per un pubblico prevalentemente femminile o maschile?

Credo che dall’adolescenza in poi, possa essere un testo per tutti. Le donne potrebbero ammirare Allison in quanto emblema della donna moderna, costretta a sopravvivere in un ambiente maschile e maschilista. Anche gli uomini potrebbero, tramite lei, rivalutare un tantino i luoghi comuni e gli stereotipi sull’universo femminile. Il che non è mai dannoso.

Che tipo di linguaggio hai scelto, per questo romanzo? Colloquiale, forbito, diretto ecc…?

Colloquiale, soprattutto nei dialoghi. Mi piace il linguaggio realistico e che rispetta il genere e l’ambiente descritto. A volte divento scurrile. Ma potete immaginare un dipartimento di polizia americana dove gli agenti esclamano «Accipicchia!» e coniugano impeccabilmente il congiuntivo? Nelle parti narrate invece ho solo due obiettivi: scorrevolezza e resa visiva della scena.

Che cosa desideri comunicare al lettore? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

Il personaggio perfetto non solo non esiste, ma neanche è coinvolgente. Descrivete una persona «vera» e avrete creato qualcosa di interessante. Il significato di tutti i miei romanzi? Solo l’amore può guarire il mondo.

Hai usato una tecnica particolare, per scrivere questo romanzo?

Per la serie di Allison, sì. Ho usato la prima persona alternando il punto di vista dei diversi personaggi. Così da poter far entrare il lettore nelle loro teste.

 

I PRESTAVOLTO DELLA SERIE

 

 

 

Andiamo a trovare l’autrice su FB! https://www.facebook.com/profile.php?id=100013489481465

DOVE TROVARE TUTTI GLI SCRITTI di Emily:

 

Precedente Fantaxy - Un elfo per le strade del Piemonte Successivo Seven Dreams

Lascia un commento

*