La mia ossessione sei tu

  • Lunghezza stampa: 213 pg
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano

Il seguito si intitola TU APPARTIENI A ME

 

Andrea non ha avuto una vita facile: suo padre era un violento bastardo che picchiava sua madre e desiderava ciò che non poteva avere, e lui è convinto di aver ereditato alcuni tratti del suo carattere oscuro, soprattutto quando si ritrova innamorato di Francesca, sua cugina.
Francesca è giovane, bella e innocente.
Proibita, per uno come lui.
Peccato, però, che il suo cuore non la pensi allo stesso modo, perché ogni volta che se la ritrova vicino il desiderio di farla sua, di marchiarla, diventa la sua ossessione. Come riuscirà a resistere alla tentazione, sapendo che anche lei prova gli stessi sentimenti?
L’amore, quando è vero, è in grado di superare tutte le barriere, ma assisteremo a una dura lotta tra orgoglio, gelosie, fughe e senso del dovere.
Riusciranno Andrea e Francesca a coronare il loro sogno d’amore, alla fine?
Non vi resta che leggere per scoprirlo…

 

Mancavano pochi chilometri alla tenuta dei De Feudis e lui sfrecciava sulla strada deserta come fosse il padrone del mondo. Due fari bucarono d’improvviso la notte, come fossero comparsi dal nulla.
Andrea li vide all’ultimo momento. Sterzò bruscamente per evitare l’auto che procedeva nella corsia opposta, facendo stridere le gomme sull’asfalto. Si fermò appena fuori dal ciglio della strada. Il suono prolungato del clacson, unico rumore che aveva avvertito nei pochi istanti in cui aveva temuto il peggio, gli riverberò nelle orecchie ancora per un lungo momento, poi tornò il silenzio.
«Cazzo!» imprecò sbattendo un pugno sul volante. Aprì di scatto la portiera dell’auto e scese. Aveva bisogno di aria, di riempirsi i polmoni, di respirare.
L’aveva scampata bella e, solo quando fu fuori, all’aperto, se ne rese conto.
Era a bordo strada e attorno a lui c’era solo il silenzio. L’aria pungente della notte avrebbe dovuto rinfrescargli le idee, ma non fu così. Appoggiò le mani al cofano della Mercedes senza nemmeno controllare che tutto fosse a posto, e abbassò la testa. «Ma che mi è preso stasera? Che cazzo ho nella testa?» si disse. «È per una ragazzina che mi sono ridotto così?» sbottò, furioso. «Una ragazzina! Una stupida e meravigliosa ragazzina. Che mi aspettavo che facesse? È normale che voglia mettersi in mostra, è bellissima e lo sa. È normale che voglia fare pazzie e, invece di provare a capirla, le sbatto in faccia solo cattiverie… fanculo!» sibilò stizzito. Averla trattata come una puttana ora lo faceva star male, Francesca non se lo meritava. Eppure non era riuscito a trattenersi, non era stato in grado di contenere quel suo lato oscuro.
«L’unica cosa che mi hai lasciato in eredità… caro papà, ma potevi anche risparmiartela questa!» urlò al cielo mentre la mente gli si riempiva di ricordi. Ricordi che facevano male, che lo laceravano e che avevano, da sempre, alimentato la sua rabbia. Sto diventando come lui!, pensò serrando la mascella e chiudendo gli occhi. Si portò le mani al volto e se lo coprì.
I suoi peggiori incubi si stavano avverando.

 

 

 

  • Quando hai progettato questa storia?

Ho molta fantasia, ma non progetto mai le storie, non ci riesco, di solito sono loro a bussare alla mia porta e a voler essere raccontate.

  • Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente? Hai qualche modello di riferimento, per scrivere romance?

In realtà i miei romanzi nascono da situazioni che vedo nella vita reale, difficilmente trovo spunto dai libri che leggo, anche perché non leggo solo romance, ma tanti altri generi e quando leggo mi immergo in ciò che leggo e non penso minimamente ad altro.

  • L’ambientazione è reale o di fantasia?

Essendo le mie storie contemporanee è reale, le città in cui ambiento i miei libri esistono, quindi cerco di attenermi molto alla geografia del posto, al clima e anche alla topografia. Faccio molte ricerche per essere il più precisa possibile, perché voglio che il lettore possa ritrovarsi nei luoghi che nomino ed entrare meglio nella storia.

  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili, agli occhi del lettore.

Andrea De Feudis è un uomo passionale, duro, a volte possessivo.
Francesca De Feudis è una ragazza disposta a tutto per amore, anche a rinunciarvi quando non vede altre alternative.
Barbara Orsini invece è bella e inconsapevole.
Maurizio De Feudis invece è spaccone e dongiovanni.

  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

Che l’amore vince sempre, che l’amore è l’unica cosa che vale. L’amore non è mai sbagliato e le emozioni che ci regala non hanno prezzo, credo che nel nostro tempo si dia troppo per scontato tutto, anche l’amore, e mi piacerebbe che invece si potesse ritornare a considerare questo sentimento per quello che è: una gioia, perché l’amore non può mai, e ripeto mai, essere violenza.

  

 

Sarah King è nata a Venezia dove vive tutt’ora. Lettrice accanita e onnivora fin da piccolissima (la passione le è stata trasmessa dalla madre, insegnante) si è sempre dilettata con la scrittura, ma solo nel 2016 ha deciso di iniziare a pubblicare le storie che scrive.

Finora ha pubblicato:
La mia ossessione sei tu – 2016 – genere: romance
Tu mi appartieni (il seguito di La mia ossessione sei tu) – 2016 – genere: romance
Noi… oltre tutto – un racconto breve nel 2017 – genere: romance
Luke – 2017 – genere: dark-romance

Chi ha letto questo romanzo lo promuove per

Esprimi il tuo parere e scopri quali voci hanno scelto gli altri lettori!

 

 

Precedente Ritratto di dama Successivo Endora - Terzo episodio - Il tempo degli inganni