I libri non sono mai abbastanza!

I libri non sono mai abbastanza!

di Fiorella Rigoni

 

 

Slider

 

Sabato pomeriggio di metà settembre, sono impegnata con le ultime compere per l’anno scolastico appena iniziato. Si corre come sempre, eppure so già che questo sabato sarà diverso: devo acquistare un libro, uno dei tanti proposti dalla prof. di italiano di mio figlio.
Raggiungo la libreria e appena entro il tempo si ferma. C’è tanta gente all’interno: vedo file alle casse, curiosi tra gli scaffali, sento le voci sommesse di chi chiede ai commessi dove trovare i vari generi. E ovunque persone con libri aperti in mano, chi sbircia, chi legge qualche frase, chi indugia sulle copertine. La conosco a memoria, la libreria, è qui che vengo a rifornirmi e non ho bisogno di chiedere. Mi aggiro tra le varie stanze spulciando tra i volumi esposti, cerco il libro che mi serve e poi… poi mi perdo. Non mi servono libri, ne ho due sul comodino da finire e non so quanti nel Kindle da leggere, eppure mi aggiro tra gli scaffali con la mente già invasa da nomi di autori, titoli e trame che mi hanno stuzzicata negli ultimi mesi.
Non posso comprare nulla!, mi dico, Ne ho già troppi da leggere, mi ripeto… eppure mi fermo, sollevo un volume e lo apro. È un Bookshots  di James Patterson, un piccolo e avvincente libro, uno di quelli che mi avevano stuzzicato. Sorrido perché lo riconosco, afferro il cellulare e cerco in internet il sito del blog con cui collaboro I romanzi si raccontano, apro la home e lo cerco: è lui, non mi sono sbagliata! Sfoglio due pagine, lo rimetto al suo posto, ma poi non resisto… lo prendo!
Mi dirigo alla cassa con i miei due libri, ma mentre sono in fila e sto aspettando il mio turno lo sguardo mi cade su un altro libro: L’inganno di Thomas Cullinan, da cui hanno tratto l’omonimo film. Ok, gli do un’occhiata, mi dico,  Lo prendo tra le mani, è pesante, grosso e profuma di carta appena stampata… lo apro, non leggo nemmeno la prima frase perché ho già deciso: non posso lasciarlo lì! Non mi serve sapere altro, ho già letto l’anteprima e so che mi piacerà.
Sto iniziando a pensare che far parte dello staff di un blog che parla di libri sarà la mia croce e la mia delizia!

Precedente L'ultima perla Successivo Tu sei mia