Il risveglio della crisalide

 

IL RISVEGLIO DELLA CRISALIDE

di

Sonia Marchitiello

 

  • Titolo: Il risveglio della crisalide
  • Autore: Sonia Marchitiello
  • Copertina flessibile: 258 pagine
  • Editore: Silele (9 febbraio 2018)
  • Collana: The other
  • Lingua: Italiano
  • Prezzo: 12,75 euro

 

 

 

https://www.amazon.it/risveglio-della-crisalide-Sonia-Marchitiello/dp/8833480054/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1523722318&sr=8-1&keywords=il+risveglio+della+crisalide&dpID=41Gmyg80JHL&preST=_SY264_BO1,204,203,200_QL40_&dpSrc=srch

 

 

SINOSSI:

Quando viene ritrovata in mezzo all’immondizia, la bambina dall’apparente età di dieci anni, ricorda solo il suo nome: Alyse. Passa dall’ospedale all’orfanotrofio e quindi adottata da una coppia di contadini, Vera e Albert Sinclair. Le attenzioni morbose del padre adottivo scatenano in lei, sedicenne, dei poteri straordinari che ignorava di avere. Grazie ad essi fugge e si rifugia in un paesino dove spera di poter vivere tranquilla. I suoi poteri invece vengono captati da Morris Cook che la rapisce e le fa vivere la più terribile e dolorosa esperienza della sua vita, tanto che la sua memoria la cancellerà.

Entra in una struttura governativa, simile a un carcere, che rinchiude persone dotate, come lei di poteri paranormali, gli Esper. Dopo pochi anni, un trauma le riporta alla coscienza le torture subite da Cook e da quel momento l’unico scopo di Alyse è fuggire dalla struttura, ritrovare il suo aguzzino e ucciderlo. Riuscirà a fuggire quando la cellula verrà assalita da un commando di una organizzazione privata, la Green Aisle, che fa commercio di Esper. Uno di loro, Jason, ha con Alyse un comportamento strano: a volte pare aiutarla, contraddicendo la sua missione. Vicino a lui, Alyse prova sensazioni inspiegabili, sulle quali si interroga. Ma la sua missione è una: trovare e uccidere Cook.

 

Il commento dell’Editore

Lo stile narrativo è molto maturo e scorrevole, la storia narrata, la cui protagonista principale è Alyse, è molto suggestiva e ricca di spunti interessanti. Il “Risveglio della crisalide” è un’opera che ha il dono dell’originalità e nel contempo la capacità di saper appassionare il lettore. Il mistero legato alle origini di Alyse, i suoi poteri, gli Esper e i loro reclutatori, l’attrazione verso Jason, e un epilogo tutt’altro che prevedibile sono tra gli elementi che caratterizzano il romanzo e infondono emozioni nel lettore.

 

 

 

ESTRATTO:

A volte capita che un unico pensiero riesca ad attaccare la mente, infettandola. Un’idea che si insinua raggiungendo i confini dell’inconscio e che, per quanto ci si sforzi, non si riesce a mandare via. Si presenta al mattino quando ci si sveglia e diventa l’ultima connessione cerebrale quando ci si addormenta.

La paura, la costrizione, nulla è in grado di allontanare quel pensiero dalla mente. Si può far finta di niente, sperando che possa scomparire in sordina ma quando si pensa di aver vinto, sul finire di un cauto sospiro di sollievo, si ripresenta più forte che mai. Invincibile.

Per Alyse, quel pensiero, si riassumeva in una sola parola: fuga.

Era convinta che prima o poi avrebbe trovato l’occasione di andarsene. O forse, sperava, sarebbe stata l’occasione a trovare lei.

 

 

 

Perché leggere il romanzo? 

Esploriamolo assieme all’autrice!

 

  • Quando hai progettato questa storia?
  • E’ una storia che mi ha accompagnata per diversi anni. Solita sognare a occhi aperti, un giorno è arrivato il momento di metterla su carta.
  • Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente? Hai qualche modello di riferimento, per scrivere i tuoi romanzi?
  • In questo romanzo ci sono brevi cenni storici e la lettura di articoli di giornali, la visione di documentari e la ricerca di libri sono stati utili per approfondire l’argomento. Il mio primo riferimento è Stephen King, il resto è immaginazione.
  • L’ambientazione è reale o di fantasia?
  • Entrambe. Ci sono pochi richiami ambientali e alcuni di essi sono reali, altri non lo sono.
  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili, agli occhi del lettore.
  • Tutti i personaggi sono ambigui e complessi, non sappiamo mai se fanno parte dei “buoni” e a quale gioco stanno giocando. Il personaggio principale, Alyse, è una ragazza che all’apparenza sembra sensibile e disturbata ma che si rivela una vera guerriera fisica e psicologica. L’agente governativo Anders ha un passato che nel romanzo non emerge ma che lo caratterizza e ci incuriosisce.
  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?
  • Non sempre quello che si vede corrisponde alla realtà e tutti noi, di fronte a una situazione di emergenza e per la nostra stessa sopravvivenza, siamo disposti a diventare ciò che non pensavamo saremmo mai stati.

 

Precedente Félicité - I tumulti dell'essere Successivo L'erede ribelle