Schegge del cuore

Schegge del cuore

di Giordana Schiattarella

Genere: Romance
Casa Editrice: Un cuore per capello
Data di uscita: 19 Dicembre 2017

 

Sinossi

La vita di Michelle è costellata di momenti difficili, momenti in cui il silenzio mangia ogni parola, però deve rialzarsi e il punto di partenza è cercare di avverare il suo sogno nel cassetto. Armata di coraggio e buona volontà, Michelle invia il suo curriculum a tutte le redazioni più importanti del New Jersey e riceve una risposta positiva proprio da quella con sede nella sua città natale. Non può quindi far altro che festeggiare con suo padre, l’unico a esserle rimasto vicino dopo la morte della madre. Così, per Michelle comincia una nuova avventura, ma non solo. Il lavoro è il suo punto di svolta, l’incrocio di nuove amicizie e nuovi amori importanti. Uno sbagliato, uno giusto e la terza incomoda sempre pronta a mettere lo zampino. Con l’aiuto di coloro che hanno deciso di affiancarla, Michelle supererà il suo passato una volta per tutte e sarà pronta per una nuova grande avventura al fianco del suo uomo.

 

Link d’acquisto: https://www.amazon.it/Schegge-del-cuore-capello-ebook/dp/B078GPDH77/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1526227519&sr=8-1&keywords=schegge+del+cuore&dpID=51dZFtynwFL&preST=_SY445_QL70_&dpSrc=srch

 

Estratto

“Si dice che due stelle binarie non possano far altro che camminare parallelamente nell’attesa di un evento che possa portare a unirle e a renderle più grandi, insieme.
Ma loro cos’erano esattamente? Turbini destinati a scontrarsi? Cicloni destinati a eliminarsi? O stelle binarie destinate a completarsi?”

 

Perché leggere il romanzo? Esploriamolo assieme all’autrice!

 

  • Buongiorno, Giordana. Quando hai progettato questa storia?

Buongiorno a voi! Beh, questa storia ha un passato molto travagliato. È nata un anno fa, più o meno, per gioco. Ho scoperto una piattaforma online per leggere in modo totalmente gratuito storie di persone sconosciute al mondo, ho pensato fosse una bella idea leggere qualcosa di inedito. Poi è arrivata l’ispirazione e ho deciso di provare a scrivere qualcosa e quello che era cominciato come un gioco si è scoperto poi una vera e propria passione.

  • Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente?

No ed è strano perché leggo moltissimo. La mia storia è nata dal desiderio di voler insegnare qualcosa, di portare un messaggio ben preciso ai lettori. “Schegge del cuore” nasce per mostrare che la donna può essere tanto forte quanto l’uomo, che può superare anche il più grande degli ostacoli se ha al suo fianco le persone giuste. Si tratta proprio di un inno alla donna. Noi siamo forti tanto quanto l’uomo e se quest’ultimo crede di avere il primato su di noi, noi dobbiamo dimostrargli di essere più forti di lui. Sempre.

  • L’ambientazione è reale o di fantasia?

Il luogo principale in cui si svolgono le vicende è Caldwell, un piccolo paesino nel New Jersey. La città esiste, ma molti dei luoghi descritti (la casa editrice o le villette dei nobili) sono di mia invenzione.

  • Il romanzo è autoconclusivo o rientra in una serie/saga?

Il romanzo è parte di una trilogia. “Schegge del cuore” è il primo volume, al momento sto ultimando il secondo e poi ce ne sarà un ultimo che chiuderà il cerchio di tutto. Ma non terminerò di scrivere, ho già in cantiere altri progetti.

  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili agli occhi del lettore.

Michelle è decisamente insicura, timida, “rotta dentro”. Ha subìto un trauma e deve trovare il modo di superarlo con qualcosa di più grande. Al contrario di quanto sembri, però, è in grado di dare più amore di qualsiasi altro essere umano. È una donna forte e la sua vittoria sarà capire di poter affrontare tutto nella vita.

Jared è geloso, timido, impaurito da ciò che prova e dalla reazione che il suo migliore amico potrebbe avere una volta scoperta la cotta per la ragazza che piace anche a lui. Ma l’amore unisce, non allontana. Questo Jared lo capirà e solo allora sarà in grado di vivere il suo, di amore.

Ryan è a primo impatto angelico, bello, gentile, dolce, quasi l’uomo perfetto, quello che ogni donna desidererebbe. Ma non fatevi abbindolare dalla perfezione, perché non esiste. E infatti scopriremo un nuovo lato di Ryan, pian piano sempre più burbero, cattivo, quasi “delinquente” oserei dire.

Jocelyn, invece, è decisamente chiacchierona, divertente, giocosa, allegra… una vera e propria forza della natura, insomma! Spalla fedele di Michelle.

 

  • Qual è il pubblico ideale per questa storia? È un testo per tutti o per fasce di lettori ben precise, ad esempio per adolescenti, adulti o è pensato per un pubblico prevalentemente femminile o maschile?

Questa storia non ha età o un pubblico specifico a cui è assegnata. È importante per tutti, parla della società, della quotidianità, di ciò che ci circonda mentre noi chiudiamo gli occhi e passiamo avanti. Tanto chi se ne importa delle donne maltrattate o degli uomini che riescono a farla franca? Finché toccano gli altri, va bene, ma quando poi toccano noi non sappiamo che pesci prendere. Ecco, credo che questo romanzo possa far riflettere tutti: donne, uomini, adolescenti o adulti.

 

  • Che tipo di linguaggio hai scelto, per questo romanzo? Colloquiale, forbito, diretto ecc…?

Il linguaggio non è troppo colloquiale ma nemmeno troppo forbito. Ho scelto un linguaggio medio perché potesse essere alla portata di tutti senza annoiare troppo.

Tutti i concetti sono espressi tramite metafore, raramente in modo diretto. Semplicemente perché credo sia più affascinante leggere qualcosa nascosto tra le righe che arrivare direttamente al punto, magari dando anche un’interpretazione personale!

  • Che cosa desideri comunicare al lettore? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

Come ho detto prima, il mio romanzo è un inno alla donna. Credo sia arrivato il momento di aprire gli occhi e di renderci conto che non ci siamo soltanto noi al mondo, ci sono donne che vengono maltrattate, donne che non hanno il coraggio di reagire. E io dico BASTA. Io dico che è ora di REAGIRE. Non siamo burattini, non siamo marionette. Siamo DONNE e valiamo più di quanto tutti credano.

 

Ringrazio il blog per questa intervista, sperando di aver portato un po’ di me a tutti voi.

Curiosità sull’autrice.

Giordana Schiattarella è nata nel 2000 a Sorrento, in Campania. Si è trasferita all’età di 16 anni a Napoli, dove ancora vive con la sua famiglia. Il mare e la musica sono sempre stati le fonti fondamentali della sua ispirazione. Ha iniziato a scrivere all’età di quattordici anni, inizialmente per gioco, poi spinta dalla passione e dalla voglia di raccontare al mondo una parte di sé. Si iscrive a Wattpad a Novembre del 2016 e inizia a pubblicare le sue prime storie per avere un riscontro dai lettori. Oltre alla passione per le navi da crociera e per la scrittura, coltiva anche l’amore per il canto e spera, un giorno, di poter fare di uno dei due un lavoro.

Dove trovare l’autrice:
Facebook: Giordana Schiattarella – Autrice
Instagram: giordanaschiattarella
Wattpad: Dovesivola

Un abbraccio enorme a tutti i miei lettori e ancora grazie mille a tutti per l’opportunità.

Precedente Pinky. «Parola di gatto ereditiero» Successivo Un Natale a colori