Steambros Investigations: L’anatema dei Gover

 

STEAMBROS INVESTIGATIONS: 

LANATEMA DEI GOVER

di

Alastor Maverick e L.A. Mely

 

  • Formato: Formato Kindle
  • Editore: Dark Zone (19 aprile 2018)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • Prezzo: 2,99 Euro
  • Link d’acquisto

 

 

SINOSSI

Un indizio sancisce l’inizio della caccia. I fratelli Hoyt viaggeranno fino a Glasgow con il loro sidecar seguendo le tracce di Emma. Arriveranno nella villa dalle pareti a mosaico della famiglia Gover dove un nuovo caso li attende. Una maledizione grava sulla Gover e il mistero sulla scomparsa di Emma si infittisce. I due investigatori saranno costretti a combattere con lati dei loro caratteri che non sapevano di avere e che potrebbero minare la loro capacità di giudizio, mentre una minaccia più grande incombe su di loro. Tra tecnologie avanzate, pericoli celati e verità nascoste la vita degli Hoyt sta per essere di nuovo stravolta.

 

PRIMO ESTRATTO

[…] Guardò torva il pescatore tanto da costringerlo a un passo indietro.

«Non temete, è innocua», affermò divertito Nicholas stringendo la mano di Melinda sul tavolo. «Continuate per cortesia. Che cosa intendete per ’villa maledetta’?»

«La villa dalle pareti a mosaico!» esclamò l’uomo con un’espressione rassegnata in volto. «Santo Mungo aiutali. Non sanno niente questi stranieri.» […] Lo incalzò subito con una nuova richiesta.

«Diteci qualcosa in più su questa… maledizione.»

«Tutti i figli maschi crepano in casa Gover! E a volte anche le femmine. È una casa stregata… e attira sempre i curiosi.» spiegò l’uomo.

A quel punto Melinda si ritrasse al tocco di Nicholas, incapace di trattenersi ancora.

«Menomale che ha detto Gover! Se avesse parlato dei discendenti maschi di Lady MacKenzie di Seaforth sarei già uscita da quella porta!» ringhiò sbuffando dalle narici.

 

 

 

SECONDO ESTRATTO

In braccio teneva un gatto bianco, lo stesso che poco prima li spiava in giardino. Si godeva i grattini che la padrona gli faceva sulla testa nella zona rimasta libera dalla protesi oculare e si prodigava in rumorose fusa. L’otturatore dell’occhio sintetico era chiuso così come l’altro occhietto sano. I meccanismi visibili all’interno delle zampe posteriori cromate erano a riposo.[…] Il gatto fece un balzo sul tavolo e si avvicinò al piatto su cui era presentata la torta. Melinda allungò la mano per afferrare il piatto e allontanarlo dal felino, quando l’animale si girò verso di lei e cominciò a soffiare minaccioso spalancando la bocca e sfoderando gli artigli di tutte e quattro le zampe. Quelle sintetiche fecero un rumore simile allo scatto di un coltello a serramanico. L’otturatore si chiuse fino a rimanere grande quanto una capocchia di spillo e così fece anche la pupilla dell’occhio sano.

Mel tirò indietro la mano e al contempo Eleonore riuscì ad afferrare la collottola del gatto impedendogli di scattare e calmandolo con un leggero movimento delle dita

 

 

 

TERZO ESTRATTO

[…]«Qui è l’uccello che non volò mai… Qui è il finocchio che non crebbe mai… Qui è la campana che non suonò mai… Qui è il pesce che non nuotò mai… Quello è lo stemma di Glasgow. Non è uno stemma nobiliare vero e proprio, però.»

Osservò meglio avvicinandosi e notò che sotto di esso vi era una placca metallica modellata per somigliare a una pergamena distesa su cui era inciso il cognome della famiglia proprietaria del terreno.

«Forse servirà a spiegare a chi passa che qui è ancora Glasgow», ridacchiò Melinda prima di scendere dal sidecar […]

 

 

 

BIOGRAFIA DEGLI AUTORI

Alastor Maverick

Classe 1982, da sempre appassionato di scrittura, col tempo sviluppa una predilezione per le ambientazioni steampunk. Si sente a proprio agio nel muoversi tra le costruzioni gotiche dell’epoca Vittoriana inserendo in essa tecnologie anacronistiche in grado di sconvolgere la storia così come la si conosce. Tra le sue conoscenze trova un valido supporto in un’amica che condivide le sue stesse passioni. Insieme  a lei da vita a un’idea che cresce fino a divenire romanzo. SteamBros Investigations – L’armonia dell’imperfetto.

 

L.A. Mely

L.A. Mely nasce alla fine degli anni ’70. Fin da piccola ha sempre dimostrato spiccata curiosità e spirito di osservazione. All’età di 8 anni chiede a Babbo Natale una macchina da scrivere. Da allora nasce la passione per la scrittura. Dopo quindici anni di puro blocco creativo, conosce in un gioco di ruolo fantasy Alastor Naverick. Alastor ha il suo stesso sogno sepolto in un cassetto. Come lei ama scrivere, sogna di farne una professione, ma non è mai riuscito a trovare la giusta scintilla. Decidono di provare a creare qualche cosa a quattro mani. Scoprono di avere entrambi la stessa visione della lettura, entrambi scrivono per immagini. Per quanto siano completamente diversi  i loro stili si completano. Lui arriva dove lei manca e viceversa. La macchina degli SteamBros si mette in moto.

 

Contatti autori

– Facebook : Alastor e L.A. Mely Autori https://www.facebook.com/AlastoreLaMelyAutori/

– Twitter Alastor: Alastor Autore (https://twitter.com/AlastorEMely)

– Twitter L.A.Mely: L.A.Mely Autore (https://twitter.com/MelyedAlastor)

 

 

 

Precedente Scusa se ti chiamo stronzo Successivo Punizione