Ti racconto una storia

 

TI RACCONTO UNA STORIA

Di

Patrizia Franchina

  • Formato: Formato Kindle e Epub e cartaceo
  • Lunghezza stampa: 106/128
  • Editore: Giovane Holden Edizioni (1 novembre 2015)
  • Prezzo E-book: 6,99 euro

https://www.ibs.it/ti-racconto-storia-ebook-generic-contributors/e/9788863967838

Sinossi

Le storie raccontate in questo libro sono state scritte per i lettori di tutte l’età che amano la fantasia e che non giudicano persone e situazioni solo attraverso la razionalità.Sono storie che si rivolgono a coloro che sono capaci di guardare al mondo con l’incanto dei bambini, che sanno vedere lontano, che vivono la diversità come un valore e sanno andare oltre le cose perché l’immaginazione li aiuta a volare alto, lontano.Le storie non indicano soluzioni precostituite, né inutili moralismi ma offrono stimoli per pensare, sollevano problemi invece che risolverli, aiutano alla riflessione e alla consapevolezza, conducono il lettore a meglio interpretare la realtà guardandola da punti di vista diversi; educano al rispetto degli altri, perché ciascuno è speciale, ciascuno è diverso, ciascuno, nel mondo è unico.Sono letture scritte in modo piano e con un linguaggio semplice quindi sono facilmente fruibili anche senza l’intervento dell’adulto; lette in classe o con un adulto (mediatore) possono essere uno strumento in più di riflessione anche attraverso un sorriso.

 

 

ESTRATTO

I capelli di Betty

Un giorno di maggio, bello e soleggiato, nacque una bambina bellissima che i genitori chiamarono Beatrice, Betty per tutti. La bambina aveva gli occhi più belli che si fossero mai visti, grandi e di un intenso colore verde foglia che da subito aveva sollevato l’invidia di taluni, invece la testolina di Betty era tonda e liscia come un uovo e… senza neanche un capello! Presto, per la gioia di tutti, la piccola cominciò ad allietare parenti e amici con gridolini e sorrisi e ogni volta i cuori di mamma e papà si scioglievano in brodo di giuggiole.
Aveva sei mesi, ma ancora neanche un capello era cresciuto sulla testolina, che rimaneva liscia e tonda come il primo giorno.
– Beh! Capelli che tardano, capelli che durano! – diceva sempre la mamma mentre l’accarezzava.
– Ma che meraviglia, che gioiello! – esclamava la vicina di casa, una donnetta piccola e tonda che non aveva figli e quindi godeva di quelli degli altri; ogni mattina, ancora in vestaglia e pantofole, aspettava al cancello di casa sua di veder spuntare Betty e la sua mamma, allora, con passetti e saltelli e… portandosi le mani ora al cuore, ora al viso, ora alla bocca si avvicinava al passeggino, già pregustando la gioia di vedere quel visetto di bimba; Betty, dal canto suo cominciava a sgambettare e a gorgheggiare…

 

Perché leggere il libro?

Scopriamolo assieme all’autrice!

 

Il libro di cui vuoi parlarci di cosa tratta? A quali lettori si rivolge?

Ti racconto una storia è una raccolta di storie per bambini e ragazzi anche se sono convinta che possano essere lette con piacere da chiunque perché i temi trattati sono universali. Leggere con i propri bambini è un’esperienza unica e gratificante, poiché dà la possibilità al lettore e chi ascolta di condividere una bella esperienza, una riflessione, un’emozione… un sorriso.

Se vogliamo che i nostri figli si avvicinino alla lettura dobbiamo leggere con loro e per loro.

Le storie che scrivo sono di solito fantastiche e i protagonisti vivono esperienze particolari, affrontano situazioni difficili che possono aiutare i lettori a meglio comprendere il mondo che li circonda oppure offrire una chiave di lettura per comprendere se stessi, i propri sentimenti e le proprie sensazioni. Un aiuto in più per affrontare la diversità e imparare dai propri errori.

Che differenza c’è tra lo scrivere per adulti o per bambini?

Io credo che l’autore abbia il compito di scrivere come gli riesce meglio e come sente gli sia più congeniale, scrivere per i bambini pone all’autore dei vincoli in più che scrivere per gli adulti dove ci si può lasciare andare maggiormente nell’uso del linguaggio o nella ideazioni di situazioni e trame; scrivere per i più piccoli richiede accortezza nella scelta degli argomenti da trattare e nell’uso di un linguaggio appropriato, semplice ma non forzato ma mai edulcorando la realtà.

Insomma, occorre conoscere il mondo dell’infanzia, intuirne le necessità, le domande, i gusti e soprattutto fare in modo di affrontare temi complessi con parole e situazioni che possano essere comprese dai giovani lettori e in ultimo occorre avere conservato un poco dello spirito dell’infanzia, indispensabile per vedere le cose con i occhi dei bambini, occorre insomma stare sempre dalla loro parte che è la migliore dell’umanità.

Quando hai progettato queste storie?

Queste storie sono nate nell’arco di un anno scolastico, prendendo spunto da situazione concrete o dalla necessità di affrontare un particolare argomento e farlo con una lettura era sicuramente più divertente e più facile per poi avviare una conversazione. Il filo conduttore è la diversità intesa come insieme delle caratteristiche che ci rendono unici e irripetibili e di cui ciascuno di noi deve essere consapevole per poterle sfruttare al meglio e limare i lati negativi. Sono storie vivaci e mai pedanti che non intendono propinare insegnanti morali ma che intendono dare spazio alla riflessione personale.

Sei stato ispirato…

Adoro Rodari, il suo modo di scrivere, l’inventiva, la fantasia, la genialità! Mi piace molto anche Dahl per la creatività e la voglia di stupire, le sue storie hanno lo scopo di divertire i lettori avvicinandoli al piacere della lettura ma non hanno un contenuto sociale, mentre Rodari è più completo. Spero che le mie storie uniscano i due aspetti: divertire e aiutare a pensare, pur essendo consapevole che i due maestri sono inavvicinabili.

 

BIOGRAFIA

Patrizia Franchina, sono nata a Tortorici (ME) nel 1956, sono laureata Pedagogia e mi interesso degli aspetti dell’educazione in relazione ai cambiamenti sociali e culturali del nostro tempo, insegno nella scuola primaria e risiedo in Brianza da oltre trent’anni. Scrivo per passione.  Sono sposata e ho tre figli.
Ho pubblicato:
LA ZEBRA A POIS E ALTRE STORIE presso EricksonLive
e TI RACCONTO UNA STORIA  presso Giovane Holden

 

Precedente La grande truffa Successivo Presentazione letteraria alla Libreria Belgravia il 21 aprile, ore 17.30