Voglio solo te

 

Titolo: Voglio solo te
Autore: Susy Tomasiello
Casa Editrice: La Sirena Edizioni
Pagine: 250
Link di acquisto:
Formato digitale: 2,99
Genere: Romantico, contemporaneo
Data di pubblicazione: 6 febbraio 2017

 

 

Sinossi

Samantha è bella, ricca e appartiene a una famiglia potente. Dylan è un ragazzo solare, ha un cuore d’oro e una gran forza d’animo. Il loro sembra un amore da favola, ma nella loro favola sembra non essere previsto un lieto fine. E lei lo abbandona. Dopo quattro anni però Samantha bussa alla sua porta e tutte le convinzioni di Dylan svaniscono perché lei torna con una bambina che giura essere anche sua figlia. Anche per lei non è facile. Nasconde un grande segreto dietro la sua scelta di lasciare Dylan ed è convinta di meritare tutto il suo risentimento, ma non può fare a meno di sperare che la presenza della piccola Mary addolcisca l’uomo e lo renda più disponibile nei loro confronti. Perché lui è l’unico che possa salvarle.

 

Dylan si gira a guardarmi in quel momento e tra noi c’è uno scambio di sguardi che dice molte cose, ci sorridiamo insieme mentre so che stiamo pensando alla stessa cosa: saremo una famiglia felice.

 

 

Perché leggere il romanzo? Esploriamolo assieme all’autrice!

Nell’intervista, l’autrice richiama anche il romanzo Puoi fidarti di me, già presentato in questo blog

  • Buongiorno, Susy, quando hai progettato questa storia?

Ciao e grazie per avermi ospitato in questo angolino virtuale. Le storie che scrivo non hanno un momento particolare perché nascono quasi all’improvviso e poi la storia viene da se.

  • Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente?

Amo leggere e sicuramente la lettura mi ispira sempre tantissimo ma poi la storia che scrive prende forma un po’ da sola man mano che la scrivo anche se la storia principale è quasi intera nella mia testa.

  • L’ambientazione è reale o di fantasia?

L’ambientazione delle mie storie è sempre reale perché i romanzi che scrivo sono rosa e quindi preferisco ambientarli in luoghi che esistono davvero.

  • Il romanzo è autoconclusivo o rientra in una serie/saga?

Sono tutti autoconclusivi.

  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili agli occhi del lettore.

In Puoi fidarti di me abbiamo Sara che è insicura, generosa e disponibile. Stefano che è fintamente arrogante, affidabile e generoso. In Voglio solo te c’è Samantha che è leale e generosa e Dylan che è amorevole e adorabile.

  • Qual è il pubblico ideale per questa storia? È un testo per tutti o per fasce di lettori ben precise, ad esempio per adolescenti, adulti o è pensato per un pubblico prevalentemente femminile o maschile?

Sinceramente non so se il pubblico maschile apprezzerebbe i miei libri perché sono un genere rosa e non so se a tutti piace, ma credo sia adattissimo alle donne che amano le storie romantiche dal lieto fine e non è pensato solo per gli adulti.

  • Che tipo di linguaggio hai scelto, per questo romanzo? Colloquiale, forbito, diretto ecc…?

Colloquiale sicuramente, ci sono molti dialoghi e siccome ho usato la prima persona penso che sia anche più di impatto.

  • Che cosa desideri comunicare al lettore? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

In Puoi fidarti di me cerco di lanciare un messaggio che l’apparenza non è tutto ciò che conta nella vita, in Voglio solo te cerco di indicare che la vita è fatta anche di seconde possibilità.

  • Hai usato una tecnica particolare, per scrivere questo romanzo?

Non credo di avere una tecnica, come ho detto prima quando la storia arriva nella mia testa poi è facile trasformarla in parole.

Precedente CLEOPATRA - L’ULTIMA REGINA D’EGITTO Successivo Brucia per me