Festival Romance 2019, Milano

 

Di solito, le fiere e i festival del libro hanno momenti stagnanti, e ci si annoia. Non è stato così al FRI 2019, che si è tenuto ieri a Milano. E’ stata un’occasione rara di incontrare autrici con ho chiacchierato virtualmente per anni e di essere avvicinata da un pubblico che ignoravo di avere. Mi hanno stupito, ed emozionato, tutte le lettrici che si sono fermate da me per dirmi che hanno letto e apprezzato alcuni miei romanzi. Molte hanno richiesto anche autografi e fotografie da conservare come souvenir. Ogni volta mi dicevo: “Ma parlano proprio di me? Dei miei libri? Allora anch’io so dare qualche emozione?”.
L’abbraccio delle lettrici romance è speciale, niente da dire. Se apprezzano quello che leggono, ti restituiscono la gioia che hanno provato. Decuplicata.
E che dire dell’incontro con amiche e colleghe che conoscevo soltanto di nome? Sono stata felicissima di aver abbracciato Aurora Ballarin, Simona Diodovich (e la sua adorabile cugina Barbara, nonna giovanissima e amante del metal cantato con voce lirica) e Linda Lercari Bartalucci, che conoscevo solo virtualmente, e di aver rivisto Federica Leone e consorte e Valentina Crimella. E sono stata entusiasta di conoscere dal vivo la blogger e scrittrice Therry Romano, con cui chiacchiero da anni, e di riabbracciare Fabiana Redivo, presente come Assistente e stupenda, con i suoi nuovi capelli rosa/fucsia. Entrambi sono state tanto gentili da venirmi subito a salutare, a inizio manifestazione. Abbiamo sperato di rivederci, nel corso della giornata ma, sembra assurdo, fra altre mille persone ci siamo letteralmente perse di vista. Ho poi conosciuto Deborah Fasola, seduta qualche tavolo più lontano, rispetto a me, rivisto Viviana Leo, già conosciuta a Tempo di Libri 2018, ma non le ho parlato perché era impegnata con una lettrice, e ho avuto il piacere di avere come vicine di tavolo A.I. Cudil, Raffaella Poggi Velonero – non ci siamo parlate, lei era decisamente più sommersa di lettrici di me – e Leda Moore. Ringrazio Leda per avermi prestato il suo biadesivo e per le piacevoli chiacchierate. Ho notato con piacere che su alcun
i argomenti importanti la pensa come me. Davanti a me c’era Giulia Ross con la sua simpatica mamma, a cui rinnovo gli auguri di buon compleanno.
Sono stata inoltre felice di aver finalmente conosciuto Isabella Vanini, presente come lettrice, ma rimasta con noi quasi fino alla fine.

Alcune blogger sono passate lasciando il loro biglietto da visita – che userò! – e una mi ha lasciato un regalino confezionato apposta per me. GRAZIE!!!


Prima di ritornare a casa abbiamo conosciuto Sara Tessa, madrina del festival. Persona squisita e umilissima, ci ha rilasciato un autografo con una frase speciale e prima di lasciarci ci ha salutate inviandoci un bacio.
Ci sarebbe molto altro da dire, ma al momento mi fermo qui. Avrei voluto incontrare altre autrici, ma non le ho viste. Purtroppo, il destino ha voluto che non m’incrociassi con Alexandra Maio, tanto che pensavo che non ci fosse… e invece c’era!
Non dispero, ci saranno altre occasioni per incontrarsi!

 

Qualche foto ricordo!

Federica Leone e Deborah Fasola

 

Io e Simona Diodovich
L’impareggiabile assistente!
Simona Diodovich e Isabella Vanini

 

Io e Aurora Ballarin

 

Precedente STRANGER THINGS - IL SOTTOSOPRA