Pericoloso come il cioccolato

 

Prezzo: 2,99€
Pubblicazione: 28 giugno 2017
Formato: Formato Kindle
Dimensioni file: 2360 KB
Lunghezza stampa: 233
Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
Disponibile anche il Kindle Unlimited

 

Descrizione
Sara ha quasi quarant’anni, un marito affettuoso, due figlie impertinenti e la sua cioccolatieria, dove crea le sue dolci magie. Apparentemente una vita perfetta, ma i semi della crisi hanno già iniziato a far fiorire in lei dubbi e piccole ribellioni. La situazione si aggrava quando Sara scopre che Davide, l’ex di sempre, colui che l’aveva lasciata alle soglie dell’altare con un biglietto e una rosa nera, è morto improvvisamente in un incidente con la moto. Loro due avevano avuto un rapporto irrisolto, con molti punti oscuri… Punti che il fantasma di Davide, ricomparso dal nulla nella sua vita, intende risolvere, che Sara lo voglia o no.

Estratto
Davide appoggiò i palmi delle mani sul frigo, imprigionandola.
«Vuoi vedermi e sentirmi. Il tuo corpo lo sa, anche se la tua mente non l’ha ancora capito.»
Dio, era troppo vicino, troppo bello, troppo vero. Lui era come il primo morso di cioccolato, amaro e dolce, un’esplosione di sapori che la portavano lontano, la riconducevano a una se stessa diversa, sfrenata e sognatrice. Davide era stato il suo primo salto nel buio, il primo orizzonte raggiunto. E il primo grande dolore. Il suo sapore era impossibile da dimenticare. Il corpo una calamita che la attraeva.
Deglutì, sforzandosi di ignorarlo. Contò fino a cento: i secondi necessari a gustare il sapore del cioccolato che si scioglie lentamente in bocca.

 

Perché leggere il romanzo? Esploriamolo assieme all’autrice!

  • Buon giorno, Sara, quando hai progettato questa storia?

Più che progettata mi è caduta addosso. Nasce infatti da un sogno, anzi da un incubo che ho avuto. Come la protagonista del libro infatti ho sognato che una sera, passeggiando per il centro della mia città, mi imbattevo nell’epigrafe del mio ex. E mica un ex qualunque, ma quell’ex, quello che non puoi dimenticare, quello che ti fa sempre giocare al gioco del “se fosse”. E’ stato un sogno piuttosto vivido e inquietante, così, per esorcizzarlo, ho deciso di provare a raccontarlo.

  • Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente?

La mia protagonista, Sara, ha una cioccolateria e ha un rapporto un po’ “magico” con il cioccolato. Naturalmente non ho inventato nulla di nuovo, altre autrici prima di me hanno giocato con il cioccolato e con il cibo. In particolare devo qualcosa a Joanne Harris, a Erica Bauermeister e a Sarah Allison Allen.

  • L’ambientazione è reale o di fantasia?

L’ambientazione è reale, è la mia città, Pordenone. Visto che il mio sogno era realistico, ho deciso di seguirne la scia e per una volta non scegliere città “trendy” ma raccontare la mia piccola cittadina, che, con le sue dolci acque e il borgo antico era perfetta per una storia ombrosa e romantica.

  • Il romanzo è autoconclusivo o rientra in una serie/saga?

Il romanzo è del tutto autoconclusivo, anche se mi piacerebbe poter continuare una storia che qui è solo accennata, quella di due coprotagonisti, l’eterea Maria e il determinato ma timido Andrea. Chissà, magari in futuro…

  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili agli occhi del lettore.                                     

Sara, la protagonista, è una donna in crisi. Si trova infatti in quell’età in cui ci si fa un po’ di domande, un primo bilancio sulla propria vita, e lei non è contenta. Ha l’impressione di aver dimenticato, di aver perso una piccola parte di sé, quella più impulsiva e audace. La cerca da sempre nel cioccolato, nella famiglia… e forse questa volta riuscirà a ritrovarla.

Davide è l’ex di Sara. È un uomo abitato da una rabbia incontrollabile, un fiume di lava che gli scorre sottopelle e che domina tutte le sue passioni. Morto da poco, riapparirà sotto forma di spettro, sexy e pericoloso, mettendo alla prova Sara.

Fabio è il marito di Sara e il contraltare di Davide. Calmo e paziente, sensibile e affettuoso, cercherà di aiutare Sara in questo momento difficile, dosando con arte silenzio e determinazione.

Alfredo, personaggio secondario del libro, è un signore di mezz’età, autistico, goloso di “Balene”, cioccolatini particolari creati da Sara, e capace di sentire e vedere cose che gli altri non possono. Avrà un ruolo fondamentale nel libro.

  • Qual è il pubblico ideale per questa storia? È un testo per tutti o per fasce di lettori ben precise, ad esempio per adolescenti, adulti o è pensato per un pubblico prevalentemente femminile o maschile?

È un libro romantico ma con una buona dose di suspense. È dedicato a un pubblico adulto, dai tredici anni in su, che ama i romance con un buon tasso di tensione e una strizzata d’occhio al lato oscuro.

  • Che tipo di linguaggio ha scelto, per questo romanzo? Colloquiale, forbito, diretto ecc…?

La scrittura è fluida e diretta, senza fronzoli, volutamente pensata per diventare invisibile e fare posto alla storia.

  • Che cosa desideri comunicare al lettore? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

Tra le pagine di questo libro uno può trovare molti significati, a seconda della propria storia personale. Un leit motiv che ritorna spesso nei miei libri è il tema delle scelte, che condizionano la nostra vita, e del destino come un percorso che tracciamo noi, e che non sempre va verso la luce ma, di frequente, sconfina nel grigio e nel nero. Perché ogni luce ha un’anima di buio.

  • Hai usato una tecnica particolare, per scrivere questo romanzo?

L’unica particolarità stilistica è rappresentata dal tema del cioccolato, che, con i suoi effluvi e le sue sfumature pervade tutta la storia. Ciascun capitolo si apre con una citazione “letteraria” dedicata al cioccolato e alla fine del libro propongo una ricetta per provare a preparare i biscotti “Pericolosi” di Sara.

 

Biografia dell’autrice.
Eva Mangas è lo pseudonimo di un’autrice che vive a Pordenone, lavora nella comunicazione, ha all’attivo due figli, un cane, diversi romanzi, e un marito dagli occhi color caffè. Ha esordito qualche anno fa con il romanzo Come il cielo a mezzanotte(pubblicato anche in lingua inglese e tedesca) di cui poi è uscito il sequel Un abbraccio nel buio, entrambi per la collana ebook Sperling Privè.

 

Precedente IL RADUNO 2017 - SAN MARINO dal 25 al 27 agosto 2017 Successivo Il buio al crocevia