Anima dannata di Massimiliano Bellezza

 

Lunghezza stampa: 244 pg
Editore: Butterfly Edizioni (27 ottobre 2015)
Genere:Thriller

 

Un passato doloroso
Un serial killer che non sbaglia mai...
Una trama da brivido

 

Sinossi

La vita di Mark Porter è segnata fin dall’infanzia. Costretto ai soprusi del padre alcolizzato, cresce in un ambiente violento e diventa ben presto un ragazzo solitario e rabbioso. Il suo tormento più grande è vedere la felicità negli occhi altrui.
Il labile equilibrio, che a fatica si è costruito, crolla quando dei bulli gli sfigurano il volto col fuoco. La crepa oscura del suo animo dannato diventa una voragine che a malapena riesce a contenere dispiaceri, tristezza e odio per il genere umano.
Da vittima a carnefice, tra incubi, bugie e deliri, la vendetta di Mark si abbatterà su giovani innocenti senza pietà. Perché tutti, dal primo all’ultimo, dovranno pagare per la sua sofferenza.

 

Estratto

Solitudine. Lontano dalle ore di lezione in ospedale, Mark passava il tempo in compagnia della solitudine. Quei momenti però erano una calamita per il tunnel della psicosi, per la voragine, il vuoto emotivo che creava la sua mente. Porter non era conscio di quello schizoide regredire, lo stava plasmando da dentro senza che lui se ne rendesse veramente conto. Era molto intelligente, ciononostante non era in grado di constatare i suoi cambiamenti profondi. Dentro di lui gironzolavano ormai due persone in perenne contrasto: la rabbia e l’odio erano l’impalcatura di una delle due. Era ciò che stava diventando, subdolamente: pura rabbia.

 

CONOSCIAMO LAUTORE

Massimiliano Bellezza è nato a Ciriè, in provincia di Torino, il 13 gennaio del 1979. Nella vita è un tecnico aeronautico.
Ha iniziato a scrivere nel 2004: si trattava di un racconto per un concorso locale. Successivamente, un anno dopo, ha pensato all’elaborazione del suo primo romanzo, rimasto tuttora nel cassetto. Si trattava di una spy story, ambientata negli Stati Uniti, la cui stesura definitiva risultava costellata da non pochi scogli legati alla materia trattata.
Nel 2007, Massimiliano Bellezza ha aperto le porte a “Destino Crudele – storia di un giovane” che è approdato alla pubblicazione nel 2010, tre anni dopo. Edito dalla Robin Edizioni, il testo è un dramma adolescenziale. “Destino Crudele” è stato un lavoro lungo; un’esperienza, anche forte emotivamente, di cui va orgoglioso.
Nel 2012 ha pubblicato il suo secondo romanzo, ‘Quando cala il buio’, edito dalla Butterfly Edizioni. È un thriller, quindi un testo completamente differente per genere alla sua opera prima. Nel novembre 2014 ‘Quando cala il buio’ è diventato anche ebook.
Il 10 maggio 2015, l’autore pubblica il suo primo romanzo in Self Publishing: si tratta di un’edizione, completamente revisionata, di ‘Destino crudele: Storia di un giovane’.
Bellezza non ha considerato conclusa la sua esperienza con ‘Quando cala il buio’, infatti una nuova pubblicazione traccia il suo continuo, o sarebbe meglio dire il suo pregresso. Il romanzo si intitola ‘Anima Dannata’ e vuole ripercorrere la vita del serial killer, solo tratteggiato nel primo capitolo. Il romanzo è approdato su Amazon il 27 ottobre 2015.
‘Sono felice di essere riuscito a dare continuità alla mia passione di scrittore, lasciando passare relativamente poco tempo dalla prima pubblicazione alla seconda. Il mio augurio naturalmente è di continuare su questa strada.’ Così commenta il suo lavoro.
Massimiliano Bellezza ha partecipato inoltre al concorso “Gran Giallo Città di Cattolica”, rispettivamente nelle edizioni 2009, 2011 e 2012; nel 2010 ha preso parte al concorso letterario Rai “La Giara”; si è cimentato due volte al Festival delle Lettere di Milano.
‘Scrivere mi libera la mente, mi fa volare lontano, andare dove voglio senza bisogno di alcuna prenotazione. Mi fa ‘entrare’ in situazioni lontane dalla mia vita quotidiana, essere chi desidero; posso ferire, combattere, deludere senza i rammarichi, il dolore dell’esistenza reale.’ Questo il motore che lo spinge verso la scrittura.

Il romanzo è solo in formato ebook.

Clicca qui per entrare in Amazon e in Kobo e acquistare il romanzo!

https://www.amazon.it/dannata-Digital-Emotions-Massimiliano-Bellezza-ebook/dp/B017AJRZ8S/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1525698227&sr=1-1&keywords=anima+dannata+massimiliano+bellezza&dpID=51tGvy27qrL&preST=_SY445_QL70_&dpSrc=srch

 

Perché leggere questo romanzo?  Esploriamolo assieme all’autore!

 

Grazie innanzitutto dell’invito, un piacere essere qui, ospite.

  • Quando hai progettato questa storia?

Dopo aver scritto ‘Quando cala il buio’. Parecchio tempo dopo. Alcuni lettori mi avevano chiesto lumi sulla controversa figura dell’antagonista presente in quel testo e manifestato il desiderio di leggere qualcosa in merito. Così ho deciso, mi sono imbarcato: scrivo un prequel incentrato su di lui.

  • Sei stato ispirato da qualche lettura, vecchia o recente? Hai qualche modello di riferimento, per scrivere thriller?

Non sono stato ispirato da nessuna lettura in particolare, nella trama. Nella prima parte non ho avuto nemmeno punti di riferimento da cui ho attinto; la seconda invece, quella che identifico con l’indagine, l’investigazione, trae spunto da serie televisive a cui mi sento affezionato e a cui è spettata anche una menzione tra i ringraziamenti. Nello stile, sì, le letture precedenti di genere mi hanno formato; ho cercato di carpire la linea della prosa che le contraddistingueva, non tralasciando però un aspetto: arrivare a una propria identità.

  • L’ambientazione è reale o di fantasia?

È assolutamente reale. L’ambientazione si muove toccando varie località americane – New York  e Los Angeles sono alcune – dove vengono nominate strutture importanti esistenti.

  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili agli occhi del lettore.

Dunque. Sono diversi i personaggi che si avvicendano nella storia. Ne cito alcuni, rappresentativi sono soprattutto tre di questi quattro che andrò a identificare. Il protagonista è un individuo scrupoloso, crudele e anche una vittima; sua madre, una donna succube ma anche protettiva, che allontana il figlio per salvarlo e che poi, dopo un evento tragico però provvidenziale in questo caso, trova di nuovo la serenità e il sorriso; Jack Parrow è il capitano dell’unità investigativa, uomo tenace e lucido; Oliver King, uno dei suoi sottoposti, impersona il più sanguigno e impulsivo tra i suoi uomini, ma è un guerriero che lotta sempre.

  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

Premessa. È un thriller, non ha un senso morale celato tra le righe, almeno non come obiettivo. Però va anche detto che qui il filo conduttore è la violenza che parte dalla sua connotazione domestica trasferendosi ad angherie di natura sociale. Quindi è l’evoluzione di uno stato con le sue atroci conseguenze (come viene narrato, nella tematica, in altri romanzi di tale genere); perciò, se vogliamo, il romanzo denuncia, evidenzia con ferocia, come la mano di chi gravita nel nostro mondo, di chi ci è vicino, dovrebbe proteggerci, invece di farlo diviene l’artefice subdolo del nostro abisso, di ciò che diventiamo.

Ringrazio ancora il blog per l’ospitalità, in particolare Federica Leva. Un saluto a tutti!

Grazie a Massimiliano per la cortesia e la disponibilità.

 

 

[democracy id=”3″]

Precedente Vendetta d'amore Successivo Sfumature della notte di Damiano Darko