Come miele e neve

 

COME MIELE E NEVE

di

SIRO T. WINTER

 

  • Formato: Formato Kindle
  • Lunghezza stampa: 398
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B011M8D9LK
  • Prezzo: 1,99 euro
  • Copertina flessibile: 396 pagine
  • Prezzo: 13,31 euro

 

https://www.amazon.it/Come-miele-neve-Siro-Winter-ebook/dp/B011M8D9LK/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1437171402&sr=8-1

 

SINOSSI:

 

Sinossi:

«Perché batte il cuore?»
È questa la domanda che Lucia “Lou” Zarda, trent’anni, si è posta per tutta la vita.
Ferita e delusa dopo la fine della storia decennale con Andrea Marini, Lou vive nel suo mondo fatto di colori e tele e di lunghe passeggiate solitarie fino alla spiaggetta che guarda al parco di Seurasaari di Helsinki, divisa tra il lavoro al Museo d’arte contemporanea e il bozzolo sicuro della sua piccola casa.
L’incontro inaspettato con il musicista che vive a pochi passi da lei, l’affascinante e misterioso Vilhelmi Niemi e i suoi verdi occhi di giada getterà mille dubbi su Lou, investendola con un turbinio di nuove emozioni, incertezze e speranze.
La voglia di lasciarsi andare si scontra con l’antica paura di non essere abbastanza.
Scappare o restare rischiando di essere ferita di nuovo?
Lasciarsi amare o rifugiarsi nella solitudine rassicurante?

 

Un susseguirsi di eventi inaspettati spingerà Lou a compiere una scelta che potrebbe cambiarle per sempre la vita.
Anni dopo, il destino porterà nuovamente Lou ad Helsinki, nella terra che l’ha adottata e nella quale si sente a casa, la fredda e magica Finlandia con le sue aurore boreali e il sole di mezzanotte, dov’è sempre stato il suo cuore.
Il ricordo di Vilhelmi, di colui che ha amato profondamente, non l’ha mai lasciata, tormentandola anche nei sogni.
Forse le loro strade si incroceranno ancora una volta e Lou troverà la risposta alla sua domanda.

 

 

Perché leggere il romanzo?  Esploriamolo assieme all’ autRICE!

 

  • Quando hai progettato questa storia?
  • In realtà ho iniziato a scriverla per gioco, scherzando con amiche che al contrario di me già pubblicavano fan fiction sui vari siti amatoriali. Non avevo mai provato a scrivere per farlo leggere ad altri, mi dilettavo e limitavo alla grafica di vario genere, alla pittura e altre attività artistiche, ma mai alla scrittura: non mi ritenevo capace. Ho provato e mi è piaciuto. Ed è piaciuto anche ad altri, quindi ho continuato…
  • Sei stato ispirato da qualche lettura, vecchia o recente? Hai qualche modello di riferimento, per scrivere i tuoi romanzi?
  • Non mi ispiro mai ad altri autori o altri libri. Mi ispira la musica, in particolare quella metal nei vari sottogeneri.
  • L’ambientazione è reale o di fantasia?
  • Nei primi due romanzi è reale.
  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili, agli occhi del lettore.
  • Beh… Lou è testarda, scontrosa ma una ragazza che crede all’amore. Così tanto che ne fugge quando finalmente incontra la persona giusta che la fa sentire come mai prima d’allora. È timida ma è solo fuoco che cova sotto la cenere. È altruista e rinuncia alla sua felicità per il bene di altri.
  • Vilhelmi… è perfetto. 😀 Scherzo. È affascinante, sexy, ironico e arguto, presuntuoso sotto alcuni aspetti, abituato ad avere le donne ai suoi piedi ma sotto questa patina da frontman irresistibile, c’è l’uomo fragile e incerto, che teme di farsi avvicinare troppo e ferire. Cosa che succede.
  • Il resto dovrete leggerlo…
  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?
  • Il percorso tortuoso per arrivare alla felicità non è sempre dritto, ci sono le fragilità di ognuno, i difetti, le mancanze e le ferite che ci portiamo dietro ad influire su ogni aspetto della vita. I tempi giusti non arrivano sempre con le persone giuste. Spesso ci facciamo sfuggire queste opportunità per paura, per egoismo o al contrario, per troppo amore. In “Come miele e neve” e “Fade into You” affrontiamo queste paure, viviamo il percorso con Lou e Vi, ci innamoriamo e soffriamo con loro. Assistiamo alla loro crescita come persone che imparano ad amare e a perdersi, per poi imparare a ritrovarsi.

 

 

Precedente Il Pasolini d'Algeria Successivo Il Filo del Tempo