Oltre

 

OLTRE

Di

Dario Lessa

 

 

  • Copertina flessibile: 142 pagine
  • Editore: Ink Edizioni (12 maggio 2016)
  • Collana: Narrativa Ink
  • Lingua: Italiano
  • Prezzo: 11,90

 

 

Sinossi :

Alex Gordon, di padre scozzese, viene assunto con la mansione di archivista presso la Biblioteca della Graticola. A un patto: non può, per contratto, consultare nessuno dei volumi custoditi, in particolar modo uno, protetto da una teca di spesso vetro. Ma che diavolo di biblioteca è mai questa, frequentata al massimo da una persona al mese? Perché i suoi colleghi sono così schivi? Quali segreti custodiscono questi volumi? Così Alex, reduce dall’ennesima morte e lanciato verso una rinascita di luce, tra un capitolo finito e uno meraviglioso che sta cominciando, si divincola tra esseri incantati e malvagie presenze, in un proscenio surreale dove niente è come appare. Una chiamata del destino cui Alex sarà costretto a rispondere. I flussi di coscienza del nostro protagonista si fondono nel vissuto passato e presente dando origine a una narrazione assolutamente fuori dal comune.

 

ESTRATTO:

Le creature dei boschi hanno occhi chiari di cristallo e nascosti come lontane galassie. Sguardo perso tra un battito e l’altro dell’infinito. Il loro punto di forza è la voce. Una tonalità sotto l’onda del mare e al tatto non dissimile dalla carezza di madre. Hanno scheletro esile e mani affusolate con lunghe dita d’avorio e il loro olfatto è sensibilissimo. Sono intuitive e solo di amore senza veli nutrono di sublime generosità il prossimo come se stesse. Loro amano ogni creatura degna, incondizionatamente. Il loro respiro è talmente affilato da incidere i ghiacci più oscuri dei pensieri tutti. Il tocco della creatura dei boschi lascia sulla pelle il profumo dell’arcobaleno.

 

 

Perché leggere il romanzo? 

Esploriamolo assieme all’autore!

 

  • Quando hai progettato questa storia?
  • Era un martedì di un autunno particolarmente assolato e l’orologio aveva appena battuto la mezzanotte. Affacciato alla finestra vidi un uomo in strada che guardava nella mia direzione. Chiusi la persiana e mi venne l’idea.
  • Sei stato ispirato da qualche lettura, vecchia o recente? Hai qualche modello di riferimento, per scrivere i tuoi romanzi?
  • In questo caso no, nessuna fonte d’ispirazione. Solo un confuso calderone di situazioni, idee, parole e aggettivi qualificativi. Per scrivere i miei romanzi cerco di farmi condizionare dai grandi scrittori o da quelli che ritengo tali, ma è meglio che non lo sappiano.
  • L’ambientazione è reale o di fantasia?
  • Ambientazione reale con macchie sparse di fantasia in una casualità che casuale in verità non è. E’ il paradosso filosofico dell’esistenza e della fisica quantistica: quanto c’è di vero in quello che vivo e mi circonda? O meglio, quanto di vero c’è in quello che credo o che crediamo tale?
  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili, agli occhi del lettore.
  • Alex, il protagonista, è uno spirito libero che deve capire come gestire questa libertà (condizionata). Devono accadere delle cose perché si intraprenda quel percorso, proprio quello lì, che ti porterà verso un altro, insindacabile, cambiamento. Alex sarà costretto ad aprire gli occhi e destinato a non richiuderli più
  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?
  • Ognuno ci veda quello che gli pare o che preferisce vedere. Perché tanto è così che va. Ogni lettore interpreta a suo modo, ed è giusto che sia così che debba andare.

 

BIOGRAFIA:

Dario Lessa nasce e vive a Monza, insegnante di letteratura e scrittura creativa, conduce una trasmissione tv, presidente della Associazione Culturale Hemingway & Co, organizza festival ed eventi  letterari, tra cui il Monza Book Fest. Ha pubblicato Confessioni (Leucotea 2012), Diciassette attimi di eterno (Project 2014).

 

Precedente I Naif, i Portieri del Regno dei Sogni Successivo Cover Reveal - Il profumo della Lavanda