SEMPLICEMENTE PERFETTO

In libreria dal 28 marzo
SEMPLICEMENTE PERFETTO

di JOSTEIN GAARDER

“Sono appena stato da Marianne e so che d’ora in avanti cambierà tutto. Sono turbato, perché quello che sta per succedere lascerà il segno su tutti noi. Sarà impossibile tornare alla normalità. E questo mi fa male. Molto male. Appena arrivato, sono subito sceso al laghetto per mettere la barca in acqua. Devo farlo finché tutto è ancora intatto, prima che inizi la nuova stagione. Intorno ci sono cumuli di neve sparsi, grevi testimoni del lungo assedio dell’inverno. Al momento la temperatura è vicina al punto di congelamento, ma non c’è più ghiaccio nell’acqua, nemmeno nel punto più interno di Glitrevik. Mi chiudo dentro e poso una borsa prima di liberarmi delle scarpe e di accendere la stufa. Osservando dalla finestra a ovest calcolo che nel giro di un’ora il disco del sole scenderà sul lago. Ormai faccio quasi tutto con una mano sola, specialmente i movimenti di precisione. Succede già da qualche mese. Ma solo oggi ho saputo il perché.”
Cos’è l’essere umano? Che cos’è questo universo? Perché il Big Bang conteneva solo le qualità e le abilità necessarie per crearci? Jostein Gaarder ritorna ai grandi temi de Il mondo di Sofia con Semplicemente perfetto, un romanzo che va alla ricerca delle risposte alle domande che tutti noi ci poniamo.

Nella primavera del 2009 Albert, professore norvegese di 56 anni, scopre di avere una terribile malattia: la sclerosi laterale amiotrofica. Sconvolto dalla notizia, vuole stare solo e per riflettere si reca al cottage che ha acquistato anni prima con la moglie. Qui inizia a scrivere una lunga lettera a Eirin, al figlio Christian, alla nuora June e alla nipote Sarah, nella quale ripercorre la storia della sua vita, sin dal primo incontro con la moglie, confessando un segreto rimasto nascosto per anni. Spaventato dal cambiamento che la malattia comporterà, pensa di porre fine subito alla sua vita prima che sia la malattia a farlo, nel giro di qualche anno. È qui che prenderà la decisione più importante della sua vita: non lascerà all’improvviso le persone che ama, vuole condividere con loro il tempo che gli resta da vivere.

Un thriller vorticoso che sfida il lettore dalla prima all’ultima pagina. Una scrittura incalzante, pittorica e di intensa espressività. E soprattutto una protagonista piena di lati oscuri ma intrisa di grande umanità. Dura e spigolosa eppure fragile allo stesso tempo, la detective Emily Baxter non ha paura di dire sempre quello che pensa, a qualsiasi costo.

JOSTEIN GAARDER (1952) nasce a Oslo, dopo aver studiato filosofia, teologia e letteratura ha insegnato filosofia per dieci anni. Ha esordito come scrittore nel 1986 e ben presto è diventato uno degli autori più noti del suo paese. Con Il mondo di Sofia ha raggiunto il successo internazionale. Apparso in Norvegia nel 1991, il romanzo ha occupato per molto tempo i primi posti nelle classifiche dei bestseller in Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti e naturalmente Italia dove ha anche conquistato il “Premio Bancarella 1995”. Gaarder ha confermato di essere uno degli scrittori europei più amati con L’enigma del solitario, Il viaggio di Elisabet, Vita brevis, In uno specchio, In un enigma, Maya, Il venditore di storie, Scacco matto, il bestseller La ragazza delle arance, Il castello dei Pirenei e Il mondo di Anna, tutti pubblicati da Longanesi. Per Salani ha pubblicato C’è nessuno?, Cosa c’è dietro le stelle?, Lilli de Libris e la biblioteca magica, scritto con Klaus Hagerup e Il castello delle rane.

Precedente Animali come noi Successivo XXV Trofeo RiLL Il Miglior Racconto Fantastico - scadenza 15 aprile 2019