Chaveyo

Chaveyo

di Moreno Pavanello , Luigi Iapichino

 

Nella tradizione Hopi, il Chaveyo è lo spirito vendicatore con il compito di punire chi contravviene agli ordini degli anziani e alle usanze dettate dalla tradizione. Il suo nome viene invocato per spaventare i bambini e chiedere obbedienza.

 

Genere: western, avventura

Dove trovarlo: Delos Store , Amazon.it, Kobo, Google Play

SINOSSI

Sembra accogliente, la cittadina in cui è giunto Liam Calavera. Disposta ad accoglierlo, senza chiedergli conto del suo passato.
Ma il passato non ti molla. Il passato ti insegue. A volte sotto forma di un mortale spirito vendicatore.
Liam Calavera è l’ultimo sulla lista del Chaveyo. Gli altri hanno già trovato la loro giusta punizione.
Liam Calavera pensa di aver trovato una casa. Non sa che si sta portando dietro l’inferno.

 

GLI AUTORI

Luigi Iapichino è nato a Ivrea a metà giugno del 1981. Il suo interesse per la lettura è sempre stato orientato verso il genere thriller e poliziesco, senza disdegnare la letteratura classica. Ma al cinema ha sempre amato sopra ogni altro il genere western.
Recentemente ha cercato di unire queste due passioni in un’opera che fosse un thriller, con tutti gli stilemi del genere, ma da sviluppare nell’ambientazione violenta e polverosa del vecchio west.
Chaveyo, scritto a quattro mani, è il loro primo romanzo.

Moreno Pavanello è nato nell’estate del ’78 in provincia di Torino. La lettura è sempre stata la sua passione, cominciando dai vecchi numeri di Tex e Zagor ereditati da suo padre fino a trasformarsi nel lettore onnivoro che è adesso. Quando leggere non gli è più bastato ha iniziato a scrivere, e finora ha pubblicato numerosi racconti di genere horror, weird e fantascientifico con diverse case editrici nazionali, oltre a una collana di racconti ucronici autoprodotta. Gestisce inoltre un blog dove si parla di narrativa, fantascienza e molto altro.

Chaveyo, scritto a quattro mani, è il loro primo romanzo.

 

 

Informazioni a scopo divulgativo tratte da Fantanew, Delos Digital srl.

Precedente "La Stanza di Linda tra le pagine" - La premiazione Successivo Come non scrivere