I FIGLI DELLE NINFE

I FIGLI DELLE NINFE

di

Mauro Barbarito

 

Editore: LFA Publisher
Formato: cartaceo
Anno edizione: 2016
Pagine: 149 p.
Prezzo: 11,90

LINK AMAZON

 

Sinossi:

Sono passati cinquant’anni dalla guerra scatenata dalle ninfe. Eretria è stata sconfitta e le razze convivono in armonia. Ma l’ombra di un nuovo conflitto si staglia all’orizzonte. Alleati si tramuteranno in nemici e vecchi eroi dovranno brandire nuovamente le armi, quando la Fratellanza minaccerà la pace tra i regni, guidata da forze oscure e assetata di vendetta. Soltanto l’antica magia ed il coraggio degli uomini potranno contrastare la furia dell’Oracolo…

 

ESTRATTO:

L’Oracolo disse di aver avuto una visione. Riferì loro di aver visto un futuro in cui palazzi di vetro si sostitui­vano alle foreste, in cui enormi uccelli di metallo solcavano i cieli, e torri alte centinaia di piedi oscuravano il sole con nubi cineree. L’oracolo disse che gli uomini avrebbero tra­sformato questo mondo, corrompendolo e avvelenandolo. Profetizzò la distruzione delle loro terre, l’estinzione di intere razze. Ed ebbero paura. Cercarono l’aiuto e il consi­glio degli Antichi, ma non trovarono supporto. Gli Antichi erano e sono tutt’ora dei guardiani, non potevano appog­giare una guerra, pur credendo nelle divinazioni dell’Ora­colo. D’altro canto, le Ninfe da sole non erano in grado di affrontare il regno. Fu per questo che si rivolsero agli spiriti Ancestrali, soggiogandoli per attingerne la magia, piegan­doli al loro volere, dando inizio alla guerra. Il loro obiettivo era quello di purificare il mondo da coloro che lo avrebbero portato alla rovina.
– Hanno dato inizio a una guerra sulla base delle vi­sioni di un oracolo? – chiese Jonathan incredulo.
– Sei giovane, vivi in un tempo in cui la magia è folklore. Eppure sono passati appena cinquant’anni da quando queste stesse terre videro scatenarsi forze ignote all’uomo. E quelle forze non sono scomparse, sono state solo dimenticate dai più, ma stanno per manifestarsi nuo­vamente.

 

Perché leggere il romanzo? 

Esploriamolo assieme all’autore!

  • Quando hai progettato questa storia?
  • In verità la storia nacque già durante gli anni dell’università. All’epoca ero appassionato di mmorpg fantasy ed iniziai a scrivere una storia che aveva come protagonista uno dei personaggi del game. Tuttavia rimase nel cassetto per anni, incompiuta. Nel 2016, in un momento di tranquillità, ho deciso, quasi per gioco, di riprenderla, ricominciandone totalmente la stesura, creando un canovaccio da cui è nata la trilogia (il terzo ed ultimo capitolo è in fase di stesura).
  • Sei stato ispirato da qualche lettura, vecchia o recente? Hai qualche modello di riferimento, per scrivere i tuoi romanzi?
  • Pur attingendo al classico background fantasy, la storia non si ispira ad altre pubblicazioni. Da avido lettore fantasy ho letteralmente divorato i libri della Troisi, di Brooks, Heitz, ma non credo di aver riportato nelle mie opere i loro stili, pur tenendoli come riferimento.
  • L’ambientazione è reale o di fantasia?
  • Assolutamente di fantasia, in pieno stile medieval-fantasy.
  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili, agli occhi del lettore.
  • Nelle mie opere non esiste un protagonista assoluto, bensì una moltitudine di personaggi, ciascuno con la sua storia e la sua missione, da scoprirsi nel dipanarsi della narrazione. Descriverli tutti sarebbe lungo, tuttavia mi preme sottolineare che, pur attingendo al crogiolo classico di razze fantasy, come nani, stregoni, ninfe ed elfi, ho cercato di epurare i personaggi dai cliché caratteristici, che ne caratterizzano il genere in tutte le altre narrazioni. Ecco perché non troverete il nano cacciatore di tesori o lo stregone barbuto o ancora l’elfo smilzo con arco e faretra. Ciascun personaggio è stato rivisitato, riproposto sotto una nuova luce.
  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?
  • Non ho la presunzione di voler divulgare un profondo messaggio. Sono tuttavia convinto di poter regalare attimi di piacevole lettura, attraverso un racconto a mio avviso scorrevole e mai banale, in grado di trasportare il lettore in una dimensione surreale. In fondo è questo che un fantasy deve fare, aiutare a sognare!

 

 

BIOGRAFIA:

Mauro Barbarito è nato ad Avellino il 24 Gennaio 1982. Laureato presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” in Ingegneria Aerospaziale, ha sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolare per la narrativa fantastica e fantascientifica. Nel 2016 pubblica il suo primo romanzo “I Figli delle Ninfe”. Deciso a continuare a coltivare questa nuova passione per la scrittura, dà seguito alla saga con “Il Calice di Sangue”, per contribuire alla divulgazione del fantasy “Made in Italy”.

 

 

 

 

Precedente DEI Successivo Il tuo gioco

Lascia un commento

*