HEMINGWAY FACTORY – Laboratorio di scrittura

 

HEMINGWAY FACTORY – Laboratorio di scrittura
Laboratorio di scrittura con i grandi scrittori

Un laboratorio di scrittura unico, 10 lezioni da 2 ore, da maggio a luglio, 5 docenti scrittori che porteranno il loro prezioso contributo per la formazione, la crescita e la tecnica dei nostri corsisti.

I nostri docenti:
Sara Rattaro
Stefano Piedimonte
Carlo A. Martigli
Emanuela Ersilia Abbadessa
Loredana Limone

Le lezioni si terranno presso il Binario 7 di Monza nell’aula Virginia Woolf
Info: [email protected]

Date lezioni, docenti e argomenti

Giovedì 3 maggio Emanuela Ersilia Abbadessa “Cosa scrivere e come scriverlo”
Giovedì 17 maggio Emanuela Ersilia Abbadessa “L’orologio di Scipione l’africano”
Giovedì 24 maggio Carlo A. Martigli “Errori e Scrittori – Gerundi e ausiliari (frasi fatte, spiritosaggini fuori luogo, i pluruesclamativi, lo spiegone) – L’importanza dei sinonimi – Il cambio del soggetto – Il mercato editoriale, come non farsi pubblicare. “
Giovedì 7 giugno Carlo A. Martigli “Scriviamo: Le montagne russe dell’attenzione – Come si inizia – Incipit Explicit – Prima l’idea e quindi si inizia dalla fine – Gli “scatoloni” – I dialoghi a due, tre, quattro… e la folla”
Giovedì 21 giugno Loredana Limone “I sapori del ricordo”
Giovedì 28 giugno Loredana Limone “I sapori dell’amore”
Giovedì 5 luglio Stefano Piedimonte “La regola: conoscerla per violarla”
Giovedì 12 luglio Stefano Piedimonte “Aggettivi fantastici e dove trovarli”
Giovedì 19 luglio Sara Rattaro “La trama: come si costruisce partendo da una storia che conosco”
Giovedì 26 luglio Sara Rattaro “Le sensazioni e le emozioni: come si raccontano”
Orario lezioni: 18.30 – 20.30

SARA RATTARO: Il suo primo romanzo dal titolo Sulla sedia sbagliata viene pubblicato nel 2010 da Morellini editore. Nel 2012 Un uso qualunque di te viene pubblicato da Giunti e in poche settimane scala le classifiche dei libri più vendutl. il romanzo Non volare via ha vinto il Premio città di Rieti 2014. Niente è come te ha vinto il Premio Bancarella2015. Nel 2015 è stata nominata ambasciatrice EXPO. Nel dicembre 2015 il suo primo romanzo, Sulla sedia sbagliata, ha vinto il premio Speciale “Fortunato Seminara” al Rhegium Julii. A marzo 2016 viene pubblicato Splendi più che puoi, un romanzo sulla violenza di genere basato su una storia vera che il 16 luglio 2016 si aggiudica il Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice. Nel Marzo 2017 pubblica con l’editore Sperling e Kupfer L’amore addosso e con Mondadori a ottobre dello stesso anno esce il suo primo romanzo per ragazzi Il cacciatore di sogni, la storia di Albert Bruce Sabin vista con gli occhi di un adolescente. Nell’estate 2017 Splendi più che puoi riceve il premio Fenice Europa nella sezione “Claudia Malizia”
STEFANO PIEDIMONTE: Nel 2000 ha iniziato a scrivere come giornalista per testate secondarie per poi arrivare a lavorare per l’edizione campana del Corriere della sera, inizialmente con articoli su spettacoli locali per passare poi alla cronaca e alla cronaca nera.
Dal 2017 insegna alla Scuola Holden di Alessandro Baricco e collabora con giornali e riviste come Donna Moderna, Cosmopolitan, Il Mattino e il Corriere della sera. Come chitarrista jazz ha anche insegnato musica all’Università Federico II di Napoli.
L’esperienza di giornalista di cronaca nera, concentrata principalmente su fatti riguardanti la camorra napoletana, gli consentì di pubblicare nel 2012, con la casa editrice Guanda, il suo primo libro, Nel nome dello Zio con cui ha vinto il Premio letterario “Zocca giovani” 2013. Il romanzo è stato tradotto in lingua tedesca e pubblicato in Germania dalla casa editrice Dumont col titolo Im Namen des Onkels: Roman. Con Guanda, Piedimonte ha pubblicato anche Voglio solo ammazzarti (2013), presentato come sequel del primo libro, L’assassino non sa scrivere (2014) e Miracolo in libreria (2015). L’ultimo libro, L’innamoratore (2016), è stato pubblicato da Rizzoli.
CARLO A. MARTIGLI: Nel 1995 pubblica la sua prima opera, Duelli, castelli e gemelli (Giunti Editore) un libro di favole in endecasillabi, illustrato da Emanuele Luzzati e riedito nel 2007. Pubblica con Mondadori Lucius e il diamante perduto(2007) e Thule, l’impero dei ghiacci (2008), due fantasy ambientati all’epoca dell’impero romano. Il successo nazionale e internazionale arriva alla fine del 2009 con il romanzo 999 l’ultimo custode, best seller incentrato sulla vita di Giovanni Pico della Mirandola e pubblicato con Castelvecchi Editore, che vende più di 150.000 copie e viene tradotto in sedici lingue, russo e cinese compreso. Nel gennaio 2012 esce L’eretico (Longanesi), un romanzo storico sugli anni perduti di Gesù. Dal 2008, sotto lo pseudonimo di Johnny Rosso scrive horror per ragazzi nella collana Super brividi. È voce narrante e coprotagonista nel film Sporchi da morire, uscito nel 2011 per la regia di Marco Carlucci. Nel maggio 2012 è nominato membro dell’Accademia Culturale di Rapallo. Dal giugno 2012 è spesso ospite di trasmissioni televisive quali Attualità per Vero TV e Pomeriggio Cinqueper Canale 5, condotto da Barbara D’Urso. Nell’ottobre 2012 partecipa con un racconto, Lorenzo Il Ventoso, al libro Vento Noir (Falco Editore) e destina le sue royalties ad Amnesty International. Nel giugno 2014 esce il nuovo film di cui è attore e in parte sceneggiatore, La centesima Scimmia, sempre per la regia di Marco Carlucci. Nell’agosto del 2014 pubblica con Longanesi La Congiura dei Potenti, un thriller storico con protagonisti Leone X, il banchiere Fugger e Martin Lutero. Nel 2015 lancia il suo spettacolo teatrale Inganni – Le Bugie della Storia, di cui è autore e interprete. Dalla Bibbia ai giorni nostri, una carrellata di inganni tramandate dalla storia che Martigli smonta con l’ausilio di slide. Il 23 Febbraio 2016 il suo nuovo romanzo, La Scelta di Sigmund (Mondadori): un crimine commesso in Vaticano, nel 1903, induce papa Leone XIII, ormai verso la fine dei suoi giorni, a chiedere la collaborazione del dottor Sigmund Freud. Attraverso il suo metodo psicoanaltico, il medico viennese dovrà capire se il colpevole potrebbe nascondersi fra i tre più accreditati contendenti al soglio di Pietro. “La Follia di Adolfo” (Mondadori Electa, Novembre 2016) è un romanzo autobiografico, una tragicomica saga familiare (protagonista il fratello del suo bisnonno) ambientata in Toscana e condita da una serie di ricette dell’antica cucina toscana. Per Mondadori Ragazzi è uscito nel Febbraio del 2017 L’Apprendista di Michelangelo, un romanzo young/adult che segna il ritorno di Martigli al 1500.
EMANUELA ERSILIA ABBADESSA: Con il suo romanzo di esordio Capo Scirocco (Rizzoli, 2013) ha vinto il Premio Rapallo-Carige 2013 per la Donna Scrittrice, il Premio Letterario Internazionale Isola d’Elba R. Brignetti ed è stata finalista al Premio Alassio Centolibri – Un Autore per l’Europa e al Premio Letterario Città di Rieti.
Esperta delle tematiche belliniane, dal 1990 ha lavorato con la Fondazione Bellini di Catania e presso il Museo Belliniano di Catania.
Ha studiato pianoforte con Carola De Felice e canto artistico con Gianni Iaia come soprano lirico.
Ha all’attivo circa settanta saggi di argomento musicologico.
Ha scritto per quotidiani e periodici e collabora con il Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania. È collaboratrice del quotidiano La Repubblica (edizione di Palermo).
LOREDANA LIMONE: Vive a Milano. Esordisce come scrittrice nel 2002 con la raccolta di fiabe Il trenino arlecchino e altre storie. Di seguito pubblica diversi altri libri di fiabe e di gastronomia. Il primo romanzo, che la fa conoscere al grande pubblico è Borgo Propizio. Il romanzo riceve la menzione speciale nell’edizione del 2012 del Premio Fellini, premio “rivolto alle autrici italiane che nei loro testi sono riuscite ad interpretare al meglio l’aspetto della creatività onirico-immaginaria, la sensibilità psicologica, la creatività e talvolta la crudezza che ispirarono il lavoro di Fellini”. Sia il romanzo sia i suoi seguiti sono stati ristampati più volte a Milano dalla casa editrice TEA. Gestisce il laboratorio di scrittura creativa gastronomica Sapori letterari, presso la Biblioteca civica “Lino Penati” di Cernusco sul Naviglio (MI).

Precedente COME SI SCRIVE UN ROMANZO STORICO Successivo L'agamennone