NON TUTTA LA JELLA VIEN PER NUOCERE

  • Formato Kindle ed epub
  • Editore: Sereture Edizioni (22 novembre 2016)
  • Genere: Chick lit
  • Prezzo: 1,49 €

Una vecchia versione del romanzo è stata pubblicata qualche anno dalla Sesat Ed. L’attuale edizione è stata riedidata, modificata, e la cover è inedita.

 

SINOSSI

La londinese Eve Marshall sta vivendo un momento infelice: il fidanzato l’ha lasciata a pochi mesi dalle nozze, ha perso il lavoro ed ha perfino trascorso una notte in carcere per essersi difesa dalle molestie di un uomo. Ma la sfortuna, a volte, si accanisce solo per farci capire che è tempo di dare una svolta alla nostra vita, ed Eve accetta la sfida. Vola a San Diego, pensando di trattenersi solo per una settimana, ma le cose seguiranno un corso impensato. Eve trova un nuovo lavoro e, fra straordinarie feste sulla spiaggia e ragazzi affascinanti, ci saranno altre sorprese, qualche colpo di scena e altre ricadute di sfortuna. Ma, se la jella non è rimasta a Londra, Eve saprà prendersi le sue rivincite. Sempre.
Una storia spiritosa e spumeggiante, da divorare in un pomeriggio… magari sorseggiando un cocktail – immancabile, nelle mani della nostra Eve!

 

UN ESTRATTO

Sento che la sua voce sta diventando sempre meno sicura di sé, man mano che si avvicina.
«Posso solo chiederti una cosa? Perché l’hai fatto?»
Sono stordita e incredula allo stesso tempo.
«Perché ho finalmente capito una cosa fondamentale. Ti amo. E credo di averlo sempre saputo, solo che ero troppo stupido per ammetterlo anche con me stesso…»
Va bene, okay. Il discorso sta prendendo una piega talmente assurda che non so da dove iniziare a rispondergli…
Jamie sta confessando di amarmi?! Cosa diavolo faccio?!
Comincio a camminare avanti indietro, o meglio, dalla battigia alle foto, e viceversa, cercando qualcosa di sensato da dire. Questa era l’ultima cosa che mi sarei aspettata: mai e poi mai mi sarei immaginata che fosse Jamie, ma soprattutto che mi dicesse che mi ama! Lui mi ha detto: “TI AMO!”. Pensavo… non so, a uno scherzo, a un modo carino per tirarmi su di morale dopo i due appuntamenti disastrosi che avevo avuto… ma questo no.
«Jamie… io… non so cosa dire. Per la prima volta in vita mia mi hai lasciato senza parole… Io… È una sorpresa meravigliosa, davvero… io…»
Non mi fa finire la frase.

_______________________

Perché leggere il romanzo?

Esploriamolo assieme allautrice!

 

  • Quando hai progettato questa storia?

Tutto è nato durante l’inverno 2013, davanti a mille tazze di té caldo, sognando le spiagge della California!

  • Sei stata ispirata da qualche lettura, vecchia o recente?

Non ho avuto nessuna vera e propria musa ispiratrice, ma i libri di Sophie Kinsella e Bridget Jones di Helen Fielding di sicuro mi hanno “aiutata” a fantasticare meglio…

  • L’ambientazione è reale o di fantasia?

I posti di cui parlo esistono davvero, si trovano nel sud della California.

  • Parlaci dei personaggi e definiscili brevemente con qualche aggettivo. Qualcosa che li renda irresistibili agli occhi del lettore.

Partiamo da Eve, lei è il tipo di ragazza che tutti noi, almeno una volta nella vita abbiamo incrociato: frizzante ma anche musona, goffa ma con ironia, jellata ma pronta a rialzarsi… Poi c’è Jamie. Lui è il miglior amico di Eve, affascinante, donnaiolo, in pratica il classico galletto del pollaio… o forse c’è di più…? E infine Logan: si sa che gli australiani sono simpatici, belli e abbronzatissimi, ma mentre scrivevo di lui pensavo a molto di più: Logan incarna l’uomo ideale per molte donne, ma anche l’amico e il collega perfetto…

  • Che cosa desideri comunicare al lettore, con questo romanzo? C’è un significato nascosto, sotto la trama?

Ho sempre detto che questo sarebbe stato un romanzo nato con l’intento di far sorridere il lettore, ma andando avanti nella stesura ho capito che il messaggio che volevo mandare, aldilà del suscitare una bella risata, era di far capire a tutte quelle donne che credono di aver fallito, di essere imperfette, che la forza di volontà può cambiare tutto nella vita. Basta cambiare prospettiva e anche il mondo ci apparirà diverso, con infinite opportunità.

  • Hai usato una tecnica particolare, per scrivere questo romanzo?

Nessuna tecnica particolare. Mi piaceva l’idea che a raccontare la storia fosse Eve in prima persona, come se la stesse raccontando ad un’amica.

BIOGRAFIA DELLAUTRICE.

Mariangela Garofano, classe 1981, scrive da diversi anni.
Non tutta la jella vien per nuocere è il suo secondo romanzo, il primo di genere Chick Lit. In precedenza ha pubblicato un romanzo d’avventura sotto pseudonimo.
Vive a Parma, dove lavora come correttrice di bozze e blogger per alcuni blog letterari, per i quali recensisce romanzi.

Chi ha letto "Non tutta la jella vien per nuocere" lo promuove per

Esprimi il tuo parere e scopri quali voci hanno scelto gli altri lettori!

Precedente La Farfalla d’Ombra Successivo Bambini in fuga