Ragazza con cesto di pomodori

Ragazza con cesto di pomodori

di Elena Vesnaver

 

Una tappa sulla costa istriana, all’alba degli Anni ’70, in compagnia di una giovane spia alla sua prima missione, di un seducente artista e del presidente della Jugoslavia: il maresciallo Josip Tito.

A cura di Fabio Novel

Racconto lungo | pagg. 31 | 13/02/2018 | Thriller

 

Sinossi

Jugoslavia, 1971. Il nazionalismo croato fermenta nel ventre molle della giovane federazione e mira ad assassinare il Maresciallo Tito. Ciò preoccupa più di qualcuno, in Occidente: la non-allineata Jugoslavia infatti fa comodo a tutti, tant’è che vi agiscono tollerati i servizi segreti di entrambi i blocchi. La giovane Vesna, nativa di Capodistria ed esule a Trieste, viene reclutata e addestrata come talpa. A questo scopo, farà da modella al carismatico e adultero pittore Viktor Šavli, nella cui villa presso Portorose, sulla costa istriana, è spesso ospite Tito, di cui è amico. Nel corso della missione, Vesna avrà modo di confrontarsi con i congiurati, ma anche di approfondire la conoscenza di Viktor ed essere la sua “Ragazza con cesto di pomodori”.

 

L’autrice

Nata a Trieste nel 1964, Elena Vesnaver si diploma all’Istituto d’Arte Drammatica e lavora come attrice per più di vent’anni. Scrive adattamenti e testi originali per la sua e altre compagnie.
Dal 2004 si dedica esclusivamente alla scrittura, esplorando le varie sfumature della narrativa, passando dai libri per ragazzi al giallo, dal noir al rosa.
Con Il caso dell’Unicorno Nero vince, nel 2008, lo Sherlock Magazine Award. Il racconto compare anche nella raccolta Sherlock Holmes in Italia.
I suoi ultimi libri sono Cime Tempestose, con illustrazioni di Sandro Natalini (Edizioni Lineadaria), riscrittura per ragazzi del classico di Emily Brontë, e Le ragioni dell’inverno (A.Car Edizioni), un giallo psicologico in tre episodi. Nel 2011 è stata pubblicata la riedizione in formato ebook del suo romanzo breve Sixta pixta rixa xista (Edizioni di Karta). Nel 2013 pubblica il libro per ragazzi Il segreto della dire (Coccole Books), illustrato da Federico Maggioni.
Dal 2009 scrive racconti, romanzi brevi e a puntate per alcune delle più importanti riviste femminili.
Tiene corsi di scrittura creativa sia per ragazzi che per adulti.
Per Delos Digital ha pubblicato nelle collane Sherlockiana, Senza sfumature e History Crime.

Precedente La rivalsa Successivo Leggo da che ho ricordi