Una notte

Una nottePONTE ALLE GRAZIE

pp. 244 – euro 20,00

 

“Sai – disse Port – il cielo qui è molto strano. Spesso, quando lo guardo, ho la sensazione come di una cosa solida, lassù, che ci protegge da quello che c’è dietro.”

“Ma cosa c’è dietro?”

“Niente, credo. Soltanto oscurità, notte assoluta”.

 

Paul Bowles in The Sheltering Sky (Il tè nel deserto)

 

 

L’arte, la scienza, il cielo stellato, la saggezza dell’astrofisico

La poesia incontra la scienza: capire le scoperte scientifiche più recenti

attraverso fotografie, quadri e testi della grande letteratura

 

Trinh Xuan Thuan

autore di La pienezza del vuoto

Una notte

 

IL LIBRO

Il cielo notturno da sempre suscita ammirazione ed è fonte di ispirazione per artisti, poeti, scrittori e amanti, ma rappresenta anche un’occasione incomparabile di conoscenza per gli astrofisici che, a loro volta incantati, trascorrono lunghe ore a osservare il cosmo per indagarne e svelarne i misteri. Anche Trinh Xuan Thuan approfitta di un cielo favorevolmente calmo e terso per trascorrere una notte a contemplare le galassie nane compatte blu nell’osservatorio di Mauna Kea, sull’isola di Hawaii. Intanto, avendo per compagni di viaggio l’arte e la letteratura, passa in rassegna le grandi domande che l’astronomia si è posta nel corso dei secoli e le risposte che finora si è data. Appaga la naturale curiosità del lettore conducendolo con passione, competenza e chiarezza in un’affascinante esplorazione della bellezza e dei segreti dell’universo. Che cosa sono le stelle, i pianeti, le galassie, gli ammassi di galassie? Come e da che cosa ha avuto origine l’universo? E qual è il suo destino? Qual è la soluzione di enigmi come quelli della materia oscura e dell’energia oscura? Dobbiamo pensare di essere soli nel cosmo o da qualche parte esistono altre forme di vita e di intelligenza? Passato, presente e futuro si incontrano e sovrappongono nell’osservazione dello spazio: riusciamo a vedere oggi quanto è già accaduto miliardi di anni fa e a immaginare cosa potrà succedere tra miliardi di anni. Basta contemplare l’oscurità celeste, con sete di sapere e umiltà, finché non sorge di nuovo il Sole.

 

 Trinh Xuan Thuan

L’AUTORE

 

Trinh Xuan Thuan, nato a Hanoi nel 1948, ha studiato al California Institute of Technology e all’Università di Princeton. Insegna astronomia all’Università della Virginia ed è ricercatore all’Institut d’Astrophysique di Parigi. È autore di varie opere di divulgazione tra cui Il caos e l’armonia (2000), Dal Big Bang all’illuminazione (con Matthieu Ricard, 2009), Lo scienziato e l’infinito (2014). Per Ponte alle Grazie ha pubblicato La pienezza del vuoto (2017). Ha ricevuto il premio Kalinga dell’UNESCO nel 2009 e il Prix Mondial Cino del Duca nel 2012. www.trinhxuanthuan.fr

 

Precedente L'autunno e le sue festività Successivo In fuga da te